Morto Bebeto, che regalò il Mondiale di pallavolo all'Italia

Da allenatore portò la selezione italiana maschile al terzo Mondiale consecutivo

È morto a 68 anni Paulo Roberto de Freitas, noto a tutti gli appassionati di pallavolo semplicemente come Bebeto. Stroncato da un infarto, il commissario tecnico fu l'uomo che portò l'Italia del volley a vincere il terzo Mondiale di fila nel 1998, prima nazione al mondo a riuscire nell'impresa.

Al momento del decesso Bebeto si trovava a Belo Horizonte, nel suo Brasile, insieme alla squadra di calcio dell'Atletico MG. Con la sua morte la pallavolo perde una delle figure che più hanno segnalato la storia recente della disciplina.

De Freitas era arrivato sulla panchina italiana nel 1996, raccogliendo l'eredità di Julio Velasco. Riuscì a portare l'Italia di Giani, Papi e Sartoretti ai vertici del volley, battendo la Jugoslavia nella finale di Tokyo. Nel 1997 arrivò anche l'oro nella World League e un Bronzo agli Europei. Lasciò poi il suo incarico dopo una serie di divergenze con la Federazione.

In Brasile, Bebeto aveva portato la selezione alla prima medaglia olimpico, un argento ottenuto ai Giochi di Los Angeles nel 1984.

Commenti

yulbrynner

Mer, 14/03/2018 - 17:31

un grande allenatore ciao Bebeto e grazie|