Motogp, l'amarezza di Rossi per la caduta

Lo sfogo di Valentino Rossi: "E' un grande peccato andare a casa a mani vuote dopo un buon weekend, con la pole e un buon passo di gara"

Valentino Rossi si sfoga: "E' un grande peccato andare a casa a mani vuote dopo un buon weekend, con la pole e un buon passo di gara. Potevo fare una bella corsa, anche se con Marquez sarebbe stato difficile. Non mi aspettavo di cadere, ma è chiaro che se è successo ho fatto un errore".

Qui c'è tutta l'amarezza del pilota di Tavullia che con la caduta nel Gp del Giappone di MotoGp a Motegi ha spianato la strada a Marc Marquez nella conquista del titolo piloti. "Ero veloce quest'anno ma ho fatto degli errori in gara, poi la moto si è rotta al Mugello ed è stata pesante, non sono mai stato in lotta veramente per il campionato -prosegue il campione di Tavullia ai microfoni di Sky Sport-. Ora c'è da lottare per il secondo posto con Lorenzo. Abbiamo davanti tre belle gare, spero di fare bene". "Oggi eravamo partiti bene tutti e tre ma mi hanno sorpassato -prosegue il nove volte iridato-; Marquez è stato rapido a superare Lorenzo che era più lento di nove decimi, e io ho impiegato un giro in più. Ho cercato di recuperare ma purtroppo sono caduto, non me l'aspettavo".