Motogp Moto 3 e 2: Al Sachsenring vincono Miller e Aegerter Male gli Italiani

Il Gp di Germania di motociclismo che si è svolto sulla pista del Sachsenring, oltre alla vittoria di Marquez nella MotoGP, ha offerto due gare interessanti anche nelle categorie minori. Nella Moto3 si è imposto l'australiano Jack Miller e nella Moto2 ha prevalso Dominique Aegerter, alla sua prima affermazione in carriera. Per gli Italiani naufragio nella Moto3 e buoni risultati nella Moto2.

Jack Miller mattatore in moto 2 al Sachsenring

Il tortuoso circuito tedesco del Sachsenring ha offerto due belle gare nella Moto3 e nella Moto2, come antipasto alla nona vittoria consecutiva di Marquez nella MotoGP.

Nella categoria inferiore Jack Miller in sella alla sua KTM partiva dalla pole position che aveva conquistato sabato grazie ad uno scoscio di pioggia che aveva bagnato il circuito tedesco. Il pilota australiano, leader del campionato mondiale, è potuto così scattare dalla prima posizione e guidare la corsa per tutti i giri previsti, denotando grande personalità di guida. Durante la corsa Miller ha dovuto rispondere agli attacchi che gli sono stati portati da parte di Binder e di Alex Marquez, ma non ha mai lasciato gli spazi per un sorpasso ed il pilota sudafricano si è dovuto accontentare del secondo posto, mentre il fratello minore di Marquez è arrivato al quarto posto. Sul gradino più basso del podio il francese Masbou, autore di una bella corsa, mentre Rins è stato costretto al ritiro dopo poche curve. La vittoria del pilota della KTM gli ha consentito di rafforzare la sua prima posizione nel campionato mondiale, ed ora i punti di vantaggio dell'australiano su Alex Marquez sono saliti a 19. Per lui, che in questa stagione è già arrivato a 4 successi, si parla di un possibile passaggio già l'anno prossimo nella classe regina del motomondiale, saltando a piè pari la Moto2.

Per i colori italiani la corsa tedesca è stata disastrosa: Romano Fenati partiva dalla 25esima posizione in griglia dopo le brutte prove di ieri, ed all'inizio della gara sembrava poter risalire quando in 3 giri è stato capace di effettuare molti sorpassi, recuperando fino all'11esima posizione. Nel prosieguo della gara il pilota italiano è, però, caduto ed ora la sua rincorsa al titolo mondiale si fa più complicata, visti i 32 punti di svantaggio da Miller. L'altro pilota della scuderia VR 46, Bagnaia, non si e schierato al via della corsa, accusando dei problemi fisici.  La giornata sfortunata è stata completata dalle cadute che hanno coinvolto sia Antonelli che Locatelli. Per Antonelli, al momento della caduta c'era la sesta posizione. Tra i nostri arrivati al traguardo il migliore è stato Ferrari, nono classificato, mentre Bastianini e Tonucci si sono dovuti accontentare rispettivamente del 15esimo e 16esimo posto.

Nella categoria Moto2, il pilota della Suter, Dominique Aegerter ha colto il primo successo della carriera, partendo dalla pole. Anche questa per lo Svizzero era la prima da quando corre nel motomondiale. Gara molto combattuta con Aegerter che ha infilato l'esperto finlandese Kallio proprio nel corso dell'ultimo giro della corsa. Per Kallio resta comunque la soddisfazione di aver recuperato 7 punti in classifica al leader del mondiale Tito Rabat, che è giunto quarto, portandosi a soli 19 di distanza. 

In Moto2 la pattuglia italiana si è comportata bene, con tre piloti nei primi otto posti sul toboga tedesco. Simone Corsi si è aggiudicato la terza posizione dopo aver effettuato una gara tutta sostanza, ed anche lui ha effettuato il sorpasso decisivo, sul capoclassifica Rabat, nell'ultimo giro. Per lui si tratta del secondo podio stagionale, dopo il secondo posto a Le Mans. Per Franco Morbidelli, che corre per la scuderia di Valentino Rossi, un ottimo sesto posto, e per Pasini l'ottavo. Delusione invece per De Angelis, che esce  con la sua moto che rimane in pista creando un notevole pericolo.