Il muro Juve all'esame dei panzer

Buffon non prende gol da 834':«Calma e un pizzico di follia»

Una sfida fra quasi amici. Karl Heinz Rummenigge ha anticipato un un pareggio con gol, poi a Monaco ci penseranno Lewandowski e Muller. Se la Juventus ha interrotto la striscia di vittorie consecutive, quindici, il Bayern nella 21esima giornata ha interrotto la serie di gare casalinghe senza subire reti. Ha otto punti di vantaggio sul Dortmund e da anni si allena in Bundesliga per vincere la Champions. C'è una tale sudditanza nei suoi confronti che passano sottotraccia anche episodi bizzarri come quello che ha visto protagonisti i giocatori del Darmstadt. Il calendario li vedeva prima impegnati in casa contro il Leverkusen, quindi in trasferta contro il Bayern. Sei di loro contro il Leverkusen sono stati ammoniti, cinque erano in diffida e quindi hanno saltato la gara all'Allianz. Ora sono tutti accusati di aver cercato il cartellino giallo in modo palese, sospetto il rilievo che le ammonizioni siano arrivate tutte negli ultimi dieci minuti, quattro negli ultimi cinque, escluso Rosenthal entrato al 69' e subito ammonito, le altre sono capitate a Gondorf 80', Sulu 84', Heller 85' e Niemeyer 88', perfino Rausch entrato all'87' e ammonito al 90'.

Il Bayern ha giocato praticamente contro la seconda squadra del Leverkusen, un defaticante finito 3-1, sebbene sia riuscito a passare in svantaggio e prendere il primo gol casalingo dopo 139 giorni. Guardiola ha potuto così organizzare un ampio turn over schierando Kimmich e Tasci come coppia difensiva centrale. Se l'episodio del Darmstadt fosse accaduto all'avversaria di turno della Juventus alla vigilia di un impegno Champions, sarebbe intervenuto il Parlamento, peraltro sollevando solo un gran chiasso.Ma ciò che più deve preoccupare Allegri è la forma strepitosa di Thomas Muller, due reti nell'ultima di Bundesliga, la seconda giudicata impossibile come intenzione, preparazione ed esecuzione. Gli è arrivato un cross dalla sinistra, ha stoppato di petto fra due difensori che gli stavano a una spanna di distanza e all'improvviso ha eseguito una rovesciata, palla in rete.Il secondo appunto arriva da Pep Guardiola e da come sappia rianimare le cose. Al termine del primo tempo il Bayern era sotto, durante l'intervallo pare che i muri dello spogliatoio siano stati sul punto di sbriciolarsi, stressati dalle urla dello spagnolo. In campo è entrata un'altra squadra, il pari è arrivato subito, dopo venti minuti era già tutto sistemato. Terzo gol di Lewandowski. Questa sera Guardiola avrà qualche infortunato ma potrà comunque disporre di una prima linea da paura, Muller, Douglas Costa e Robben, con Ribery e Gotze miracolosamente recuperati e pronti a subentrare.Sempre Rummenigge, sollecitato a dare una chiave del primo ottavo di Champions, ha spiegato che ci sarà una difesa italiana straordinariamente tecnica davanti a un attacco dedito ai bombardamenti, 56 gol in 22 partite di Bundesliga.Buffon, 834' senza gol, ha chiesto calma e un pizzico di follia, Allegri ha messo in allarme quando si è paragonato a Guardiola: «In fondo siamo simili». Recupera Khedira e Mandzukic, non Chiellini neppure convocato, per il resto schiera il meglio che possa presentare la Juventus. Il fastidio potrebbe essere Paul Pogba che schiaccia un po' l'occhio a tutti i birbaccioni che gli girano attorno, compreso Guardiola che andrà al City e avrà le tasche gonfie di sterline.

Commenti

elalca

Mar, 23/02/2016 - 08:49

forza bayern!

Cinele

Mar, 23/02/2016 - 10:50

Elalca di quale armata di perdenti fa parte lei, Milan o Inter?

elalca

Mar, 23/02/2016 - 12:10

nè una nè l'altra.