Napoli indignato per la bara di Insigne, rispondono i tifosi bianconeri

La diretta Instagram di Douglas Costa ha scatenato l'indignazione del Napoli, ma i tifosi juventini richiamano alla mente un altro brutto episodio che ha visto protagonista la società partenopea nel 2012

Ci sono gli sfottò e ci sono gli insulti. Se i primi contribuiscono ad accendere e rendere più colorata la rivalità tra le tifoserie, gli altri andrebbero condannati senza se e senza ma, soprattutto quando prendono di mira un'intera città o fanno leva sull'intolleranza religiosa o razziale. Il botta e risposta tra le tifoserie delle prime due squadre del campionato dimostra quanto sia acceso il clima al termine dell'ennesima stagione che ha visto fronteggiarsi Juve e Napoli per la testa della classifica.

Nei giorni scorsi la tanto chiacchierata diretta Instagram in cui Douglas Costa, uno degli uomini decisivi per la formazione di Allegri con i suoi dribbling e assist: durante i festeggiamenti per lo scudetto ha inquadrato una bara con impresso il nome di Insigne. Un gesto che ha subito scatenato l'indignazione della società partenopea, intervenuta su Twitter con un post in cui l'atteggiamento del brasiliano e di alcuni suoi compagni di squadra viene definito "vergognoso e offensivo".

Secondo i tifosi bianconeri, il Napoli ha la memoria corta, richiamando alla mente quanto avvenuto nel 2012 sul pullman che ha portato i calciatori azzurri a festeggiare la Coppa Italia strappata in finale proprio alla Juventus. Allora fu Dzemaili - oggi in forza al Bologna - ad esporre una sciarpa con la scritta "JUVE M***A" sopra un manifesto funebre in cui veniva celebrata la scomparsa dei torinesi.

Anche nel match di sabato contro il Verona, quella che ha visto Gigi Buffon salutare la Juve uscendo in lacrime dal terreno di gioco, dalla curva bianconera sono stati intonati cori non sempre rispettosi nei confronti del Napoli.