Napoli scaramantica scommette sullo... scudetto

Proibito parlare di tricolore, ma in città fioccano le giocate su Higuain e compagni

Jacopo GranzottoCi pensano tutti, ma guai a dirlo. Parlare di scudetto a Napoli è ancora (e sempre) tabù; figuriamoci alla vigilia della sfida contro la Juventus. Sono fatti così i tifosi italiani, napoletani in primis, quando in ballo ci sono gli scudetti osano col pensiero. Neanche tricolore puoi dire che ti guardano malissimo. Vincenzo, assiduo frequentatore di un centro scommesse in zona Tribunali, si fa scuro in volto appena pronunci la parola proibita: «Tornate a metà maggio e ne riparliamo».La scaramanzia a Napoli regna sovrana, eppure i dati dei bookmaker locali raccontano cose diverse. Magari è proibito parlarne, ma intanto Sarri e i suoi sono la squadra più gettonata nelle scommesse-scudetto. La spietata imparzialità dei numeri raccolti da Microgame, alla faccia di tutte le superstizioni, dice che il Napoli ha il 37% delle preferenze contro il 10 della Juve, solo la Roma riesce a competere, con una percentuale leggermente più bassa. La Roma che era partita benissimo e poi ha rallentato. A Piazza Dante, alla fine, troviamo uno che finalmente ci conferma a bassa voce lo scenario descritto dai dati: «Certo che ci crediamo - confida Michele, in un momento in cui la sua ricevitoria è deserta e può parlare liberamente senza avere propblemi-. Tutti scommettono sul Napoli, tantissimi hanno già puntato e vinto sul titolo d'inverno e da tre settimane furoreggiano quelle su Higuain capocannoniere». Ma è solo un attimo fugace, prima di tornare a indossare la maschera d'ordinanza.