Il Napoli con il Toro si diverte col torello

Higuain incontenibile, gli altri di Sarri pure Roma risuperata e niente da fare per Ventura & C

Il gol di Bruno Peres un premio alla sfacciataggine del Toro con la complicità attiva di Pepe Reina. Per il resto Hamsik ha portato a spasso il pallone per 90 minuti, Higuain si è incaricato di metterlo in buca, guardi il Napoli e scopri quanto sia semplice questo gioco. Controsorpasso sulla Roma eseguito e strameritato. Il punto debole resta il vice Higuain, ma questo Higuain lo può fermare solo il giudice sportivo.

Il Toro lo ha affrontato a campo aperto e bene ha fatto, non aveva niente da perdere o guadagnare, è partito forte e tutto il Napoli è sembrato quaso sorpreso. Ventura aveva chiesto un inizio su di giri, dopo 12 minuti era già sotto, dopo venti la partita era tumulata, poi i granata hanno rischiato perfino la goleada pesante, veramente. Una differenza ciclopica in ogni zona del campo, Higuain probabilmente nel suo momento migliore della stagione, tutta ad altissimi livelli ma ieri sera letale, toccava la palla e la avvelenava, gol e palo con un destro dai 25 metri, dribbling a uscire dall'area, fisico, brillante. Attorno a lui si è mossa una squadra che ha un solo difetto, quello di giocare nel campionato della Juventus. Hamsik maestro, ha giocato vicino a Higuain e ha retto tutta l'impalcatura a ridosso dell'area granata. Sempre giocate semplici, a volte scolastiche ma intanto la squadra sale senza mai rischiare, alle sue spalle Jorginho in versione regista arretrato, una sicurezza. Il Toro ha avuto a disposizione pochi minuti per mostrare la sua faccia, preso il primo gol ha galleggiato ancora un po' ma attorno alla mezz'ora la resa è stata incondizionata. Il Napoli ha iniziato una specie di torello in zone del campo a caso e la gente appludiva. Azioni di prima intenzione, palla che girava rapida, Callejon è andato in porta con il pallone dopo una serie di passaggi che hanno stordito la retroguardia granata con un Padelli non in serata memorabile. Anche sul 2-0 una spinta incessante, voglia di giocare, di far correre la palla, nessuno del Toro in grado di contrastare, Zappacosta ha perso brillantezza rispetto ad inizio stagione, eppure è parso il più pericoloso. In una delle sue sgroppate, con il risultato fermo sullo 0-0, ha pescato in area piccola il generoso Belotti che ha girato prontamente a rete infilando Reina. Il modesto Damato ha fischiato l'off side, nessuno del Toro ha protestato. Reina ha calciato la punizione, Jansson ha svirgolato, palla a Hamsik, subito a Higuain, 1-0 Napoli.

Commenti

giovauriem

Lun, 09/05/2016 - 09:14

claudio de carli dice "ma questo higuain lo può fermare solo il giudice sportivo" egregio de carli quello che lei scrive oggi , è stato pensato e attuato dalla juventus .