"No a Juve-Toro nel giorno di Superga". La richiesta arriva in Parlamento

Il Torino chiede di non disputare il derby contro la Juventus nel giorno dell'anniversario della strage di Superga: la richiesta arriva in Parlamento; alla Camera verrà costituito il Toro Club Montecitorio

Il Torino è alle prese con una richiesta fatta agli organi addetti per spostare la date in cui è previsto il derby contro la Juventus che coincide con il 70° anniversario della strage di Superga. Nelle scorse ore la curva Maratona ha fatto circolare un volantino: "Vista l'indegna decisione della Lega di far disputare il derby il 4 maggio alle ore 15, in concomitanza con il 70° anniversario della tragedia di Superga, ritenendo oltraggioso non permettere al popolo granata di commemorare adeguatamente i caduti del Grande Torino, i gruppi della Maratona hanno deciso di diserate il derby ed invitiamo tutti i tifosi del Toro a fare altrettanto, lasciando il settore ospiti completamente vuoto. Il 4 maggio ci ritroveremo tutti al Filadelfia per onorare la memoria degli Invincibili nella loro Casa".

La proposta in Parlamento

I deputati del costituendo Toro club di Montecitorio attraverso una nota hanno fatto sapere: "Condividiamo pienamente l’iniziativa del presidente del Torino, Urbano Cairo". I parlamentari di tutti gli schieramenti politici sostengono che, pur comprendendo le esigenze del calcio moderno, sarebbe necessario "individuare una data alternativa per permettere alla comunità granata di poter celebrare degnamente una giornata di lutto che riguarda comunque tutto il mondo dello sport italiano". Perciò si confida che "la Figc e la Lega serie A raccolgano la richiesta".

Si legge inoltre che nei prossimi giorni alla Camera verrà costituito "il Toro Club Montecitorio, un’associazione spontanea che raccoglie deputati di differenti gruppi politici con l’obiettivo comune di sostenere valori condivisi di socialità e di sport". Pertanto si richiede al sottosegretario Giorgetti "di perorare con gli organismi preposti ed in particolare con la Figc (Federazione italiana gioco calcio) e la Lega serie A, lo spostamento dell’incontro di calcio tra Juventus e Torino". La lettera porta la firma di Enrico Borghi, Monica Ciaburro, Flavio Di Muro, Federico Fornaro, Davide Gariglio, Carlo Giacometto, Alessandro Giglio Vigna, Chiara Gribaudo, Augusta Montaruli, Cristina Patelli, Giacomo Portas, Laura Ravetto e Daniela Ruffino.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti

MARCO 34

Ven, 05/04/2019 - 09:52

Mentre mi domando come mai la Lega A e la Figc non ci abbiano pensato da loro spontaneamente, mi pare giusto che la data di questa partita venga spostata ad altro giorno