Noemi Carrozza, promessa del nuoto azzurro, muore in un incidente a Ostia

La 20enne Noemi Carrozza è morta ieri nel primo pomeriggio dopo un incidente in motorino: ha perso il controllo del mezzo per circostanze ancora da accertare

Un gravissimo lutto ha colpito il nuoto sincronizzato azzurro: la baby promessa della piscina, Noemi Carrozza, è morta ieri a 20 anni in un incidente in motorino a Ostia, in provincia di Roma.

La giovane atleta, che non aveva ancora compiuto 21 anni, stava attraversando la cittadina alle porte di Roma nel primo pomeriggio di ieri quando ha perso il controllo del mezzo ed è stata sbalzata di sella finendo sull'asfalto. La Carrozza, tesserata della società sportiva romana All Round, è stata trasportata d'urgenza in ospedale ma per lei purtroppo non c'è stata nulla da fare: è morta fra le braccia del personale sanitario.

La 20enne nuotatrice aveva partecipato ai mondiali di nuoto di Baku, in Azerbaigian, nel 2015 e aveva rappresentato l'Italia ai Giochi europei e ai mondiali juniores. In sua memoria sono arrivate le condoglianze della Federazione italiana di nuoto: "La vogliamo ricordare così Noemi Carrozza, mentre danza nell'acqua con tutta la passione che aveva", si legge in una nota ufficiale sul sito Federnuoto.

Commenti

salvatore40

Sab, 16/06/2018 - 13:36

Questi motorini.Una vita, tante vite ormai. Costruite un triciclo, quadriciclo, un po' più stabile.

ilbelga

Sab, 16/06/2018 - 14:14

"La Rosellina troppo aperta, se la porta via il vento, cullando il suo ricordo". Ciao Noemi, adesso sei con gli angeli.