Non è malocchio ma solo paura e troppi errori

Sempre più in basso. Meno 11 punti rispetto al primo Montella, meno 18 addirittura rispetto all’Inter capolista da ieri sera

Sempre più in basso. Meno 11 punti rispetto al primo Montella, meno 18 addirittura rispetto all’Inter capolista da ieri sera. Il Milan cinese appare schiacciato da un macigno pesantissimo che rimpicciolisce chiunque prova a risollevarne le sorti. Vedrete che tra un po’, visto l’epilogo romanzesco del viaggio a Benevento, qualcuno chiederà aiuto e soccorso a qualche apprendista stregone per scacciare il malocchio da Milanello. Invece non è poi così complicato decifrare i peccati mortali commessi in tutti questi mesi: 1) mercato di discutibile cifra tecnica dalle dimensioni eccessive; 2) preparazione fisica inadeguata pagata soprattutto nel mese di novembre come capita a tutti quei club che partecipano ai preliminari di coppa. Il pareggio subito all’ultimo assalto beneventano può seppellire qualche timido segnale di rinascita (Bonucci, Kessiè, Bonaventura dopo il gol) e far dimenticare in un cassetto anche qualche pasticcio arbitrale (il doppio giallo rifilato a Romagnoli) per accendere i riflettori sul comportamento tenuto negli ultimi, convulsi minuti vissuti in inferiorità numerica. Gattuso, che ha estrazione calcistica provinciale, ha pensato a un certo punto che tirando via Suso (unico in grado di palleggiare, dribblare e magari guadagnarsi una punizione) e facendo spazio a Zapata, difendendo a cinque, sarebbe riuscito nell’intento di portare a casa quel 2 a 1 costruito faticosamente su due cross. Non si è accorto invece che per effetto del cambio si è portato il nemico in casa, anzi nella sua area di rigore. E a quel punto ogni mischia poteva diventare fatale. Specie poi se nei duelli in quota Musacchio si è lasciato puntualmente sovrastare non da un gigante, ma da Parigini nel primo tempo e dal portiere Brugnoli sulla sirena. Intendiamoci bene: non è colpa di Rino il 2 a 2, ma se la paura bussa alla porta è il coraggio che deve andare ad aprire.

Commenti

afafdert

Lun, 04/12/2017 - 09:17

I nemici erano già in casa da un pezzo.Per portare a casa la vittoria,nonostante un arbitraggio scandaloso dell'arbitro romano che mirava ad avvantaggiare il benevento(per danneggiare il Milan rispetto a roma e lazio),Gattuso doveva fare solo una cosa: NON SCHIERARE IL BENEVENTANO ABATE.Invece l'ha schierato e poi Abate, più o meno consciamente, ha causato il fallo evitabilissimo da cui poi è nata la punizione che ha causato il goal e il pareggio del benevento. E' chiaro che non potrai mai vincere se vai a benevento con il beneventano abate, se vai a napoli con i napoletani tifosi del napoli donnarumma e montella, se vai a roma con romagnoli tifoso della lazio o come l'anno scorso con il tifoso romanista bertolacci, se ogni domenica ti arriva un arbitro romano che farà di tutto per danneggiarti per avvantaggiare roma e lazio in classifica.

jaguar

Lun, 04/12/2017 - 09:54

L'allenatore c'entra poco, da cacciare subito Fassone e Mirabelli, responsabili di questo disastro.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 04/12/2017 - 10:14

Gattuso numero uno. Oltre a questa, ci darà tante altre soddisfazioni. Continua così!

afafdert

Lun, 04/12/2017 - 10:35

Perchè non fate una bell'inchiesta sulla provenienza degli arbitri di serie A? Su 22 arbitri, 6 sono della regione Lazio(DOVERI, GAVILLUCCI, TAGLIAVENTO, VALERI, PASQUA, MARIANI),uno solo è della Lombardia (MAZZOLENI), questo nonostante la Lombardia abbia 10milioni di abitanti e il Lazio 6.Diciamo che gli ambienti romani si sono apparecchiati per benino il campionato di serie a per sfavorire con gli arbitri laziali le squadre avversarie di roma e lazio per i piazzamenti per la champions e l'europa league.E ieri l'arbitro laziale MARIANI l'ha dimostrato favorendo spudoratamente il Benevento non espellendo un suo gioctore il primo tempo per poi espellerne uno del Milan. Prima della VAR bisogna riequilibrare la provenienza geografica degli arbitri di serie a che deve basarsi sul rapporto numero arbitri/numero abitanti regione, e non sugli aiutini alle squadre di roma.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 04/12/2017 - 10:39

afafdert, la tua esistenza grama ti distruggerà ! hai troppe tare,la prima tara la usi contro il centro sud(sicuramente tu sei di origine meridionale, ma vuoi fare il mughini o il damascelli per essere considerato un sabaudo)altra tara è tifare per il "malan"squadra da quattro soldi e non italiana,hai il coraggio di accusare il benevento di combine, che razza di patano sei ?

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 04/12/2017 - 11:24

afafdert, ti voglio ricordare che per 100 anni tutti gli arbitri sono stati alle "dipendenze" delle tre squadre del nord , e credo che non sia cambiato nulla. rassegnati è la tua squadra che non vale nulla .

jaguar

Lun, 04/12/2017 - 11:50

afafdert, ho visto la partita e da milanista posso dire che il Benevento non ha rubato nulla, anzi meritava di vincere se non altro per l'impegno dimostrato. Inutile cercare scuse, la società Milan ha fallito su tutti i fronti, e avanti di questo passo giocheremo per non retrocedere.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 04/12/2017 - 13:10

Aprite gli occhi. Il milan è in mano ai dirigenti incapaci e ciarlatani provenienti dal circo di moratti con i risultati che si sono visti. Ma dove vogliono andare?

afafdert

Lun, 04/12/2017 - 14:28

@jaguar che il Milan non meritasse di vincere è un altro paio di maniche. Ripeto arbitraggio vergognoso contro il Milan, con i beneventani liberi di fare fallo sistematico senza cartellino giallo, il Milan impossibiltato a fare gioco per arrivare in area perchè interrotto sistematicamente da fallo. Poi il giocatore del benevento non espulso nel primo tempo, mentre quello del Milan espulso nel secondo. Ma d'altronde l'arbitro era il laziale Mariani, uno dei sei arbitri laziali che arbitrano (a sfavore) il Milan una domenica si e l'altra si, in modo che non disturbi roma e lazio (e fiorentina) per i piazzamenti champions e europa league. Ormai questi arbitri laziali hanno raggiunto una capacità eccezionale nell'indirizzare le partite, anche senza farsi accorgere.

pisopepe

Mar, 05/12/2017 - 07:36

DEVONO VENIRE A LOURDES!!!!