La nuova Smart elettrica è su misura per la città Un «pieno» vale 160 km

La potenza del motore: 81 cavalli Batteria garantita 8 anni. A bordo il radar che fa risparmiare energia

Miami La nuova Smart Electric Drive, elettrica in tutto e per tutto, calza su misura per i percorsi urbani: l'autonomia dichiarata è di 145-160 chilometri, e calcolando l'utilizzo medio urbano di una vettura (circa 35 km in Europa), basta e avanza. Disponibile anche Cabrio e nella «maggiorata» ForFour, questa Smart sarà sul mercato dal prossimo aprile.

Il listino per la ForTwo parte da 21.850 euro (in Germania), e sale a 22.600 per la ForFour e a 25.200 per la Cabrio. In Italia i prezzi non dovrebbero cambiare di molto, dipenderà infatti dagli allestimenti. La vera differenza, comunque, è che gli automobilisti tedeschi che optano per una vettura elettrica beneficiano di un bonus statale di 4.000 euro (in California si arriva addirittura a 10.000 dollari). Il motore, made in Renault, è alimentato da una batteria a ioni di litio da 17,6 kWh (è garantita per 8 anni o 100.000 chilometri) con una potenza di 81 cv e una velocità massima di 130 orari. La vettura è dotata anche di «salvavita» automatico nel caso insorgessero problemi. Il recupero di energia durante le frenate, in città frequenti, assicura una maggiore autonomia. I tempi di ricarica: 3 ore e mezzo con una Wallbox (da installare sulla parete del garage) e 6 ore se si utilizza la presa tradizionale. Con le nostre tariffe, per l'80% di carica si spenderebbero circa 12 euro.

Il test su strada si è svolto a Miami e dintorni, nella calda Florida: partenza da South Beach, quindi passerella sulla Ocean Drive, Downtown e tappa-caffè al Matheson Hammock Park, da dove si può ammirare lo skyline di Miami, in tutto 50 chilometri. Altri 20 chilometri e tagliamo il traguardo alla Miami Ad School, circondata da coloratissimi murales (nella foto). Bene il nostro tragitto nella trafficata città: agile (incredibile il raggio di sterzata), scattante (da 0 a 60 orari in meno di 5 secondi) e silenziosa, la Smart Electric Drive è dotata anche di un radar capace di «guardare» 200 metri avanti allo scopo di adattare la velocità in funzione del risparmio di energia. Di volta in volta un'occhiata alla sinistra del volante serve a controllare il livello di carica della batteria e i flussi di corrente. L'autonomia residua è invece ben indicata nella strumentazione.

Diverso il discorso quando si imbocca una delle grandi highway che circondano Miami: qui le dimensioni della Smart si fanno sentire e qualche colpo di clacson (anche per scherno), proveniente da grossi pick-up o Suv, ci convince a riprendere la strada per il centro città. È più sicuro. Ciò non vuol dire che la Smart elettrica non possa avventurarsi anche sulle più corsie delle highway dove ti sorpassano da tutte le parti. La sua vocazione resta comunque cittadina al 100 per 100. Un'ultima chicca: una App consente di controllare autonomia e preclimatizzazione dell'auto.

PBon