Obodo rapito in NigeriaIl centrocampista del Lecceera in ferie nel suo Paese

Il calciatore sarebbe stato preso davanti a una chiesa. La famiglia: "Chiesto un riscatto di 150mila euro"

Christian Obodo, centrocampista nigeriano del Lecce in prestito dall'Udinese, sarebbe stato rapito questa mattina nel suo Paese. Secondo i media locali, infatti, il calciatore 28enne era a Warri, la sua città d'origine, quando alcune persone armate lo hanno preso mentre era nella sua auto davanti a una chiesa. La vettura ha una targa personalizzata - "Obodo 5" - e potrebbe aver attirato l'attenzione dei rapitori.

Il cognato di Obodo, Obidike Okechukwu, ha detto che la mamma del calciatore questa mattina ha ricevuto una telefonata dai rapitori che chiedono un riscatto di circa 150 mila euro. "Christian stava andando in chiesa, era da solo, intorno alle quattro del mattino ora italiana", ha raccontato l'uomo, "quando alcune persone lo hanno preso e portato via".

Antonio Floro Flores, compagno di squadra di Obodo nell'Udinese, scrive su Twitter: "Sono vicino alla famiglia di Obodo... spero che torni presto a casa amico...". Preoccupato anche Serse Cormi, l'allenatore che lo ha voluto in Italia al Perugia: "Sono sconvolto. Per me Christian è come un figlio".

Commenti

marco@

Sab, 09/06/2012 - 18:28

quarda caso in nigeria i mussulmani fanno strage di cristiani il giocatore è un cristiano vicino ad una chiesa e il vaticano e i paesi europei italia compresa zitti tutti zitti invece in siria dove i mussulmani ammazzano mussulmani tutti i paesi europei vaticano compreso alzano la voce e chiedono libertà e un cambio di governo in poche parole i cristiani possono essere uccisi liberamente.

giuseppe.galiano

Dom, 10/06/2012 - 05:18

Hanno trovato il modo di guadagnare facile. E questi sarebbero i paesi emergenti dell'Africa?