Olimpiadi 2024, anche la Germania vuol sfidare Roma

In lizza le città di Berlino e Amburgo. Intanto il Codacons contro la decisione del governo di proseguire con la candidatura della Capitale: "Un'idea folle"

Ai Giochi del 1960 la fiaccola olimpica passa per piazza Venezia

Un nuovo ostacolo nel cammino di Roma verso le Olimpiadi del 2024. Mentre il governo ha ribadito di voler proseguire con la candidatura per i Giochi che si terranno tra dieci anni - nonostante l'inchiesta Mafia Capitale che si è abbattuta sulla città negli ultimi giorni - anche la Germania ha deciso di scendere in campo.

Il comitato olimpico tedesco (Dosb) ha infatti dato il via libera ufficiale alla presentazione di una candidatura per i Giochi 2024. Due, per il momento, le città in lizza: Berlino e Amburgo. «È arrivato il momento di tornare ad invitare i giovani di tutto il mondo e di dar loro un'accoglienza allegra, emozionante, calorosa», si legge nella risoluzione approvata all'unanimità dall'assemblea, che ha anche rieletto Alfons Hoermann alla presidenza.

Il Dosb sceglierà la città candidata il prossimo 21 marzo. Prima, però, Berlino e Amburgo organizzeranno due referendum: senza il sostegno della maggioranza della popolazione locale, il progetto a 5 cerchi è destinato a non decollare. La risoluzione del comitato olimpico, in ogni caso, prevede la possibilità di presentare una nuova candidatura per il 2028. La Germania ha ospitato le Olimpiadi estive a Berlino nel 1936 e a Monaco nel 1972.

Ma i problemi per Roma non si fermano qui. Il Codacons, con una nota avvelenatissima, ha voluto ribadire che «l'idea di candidare la città alle Olimpiadi del 2024è semplicemente una follia». «Chi crede che Roma possa ospitare un evento mastodontico come le Olimpiadi, o ha uno strano senso dell'umorismo, o non vive nella Capitale e quindi non la conosce, oppure è solo un ipocrita - spiega il presidente Carlo Rienzi - Al di là dello scandalo sulla mafia romana e sugli appalti deviati, Roma è una città assillata da così tante e così gravi criticità che candidarla ad ospitare le Olimpiadi suona come una provocazione di cattivo gusto. Con le sue buche stradali che si riaprono ad ogni poggia, le montagne di rifiuti che invadono le strade, i trasporti pubblici insufficienti e inefficienti, la sporcizia presente in centro come in periferia, la microcriminalità dilagante, solo per citare alcuni esempi, Roma è tra le città che meno si presta ad ospitare eventi di portata mondiale.

Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Sab, 06/12/2014 - 19:25

e speriamo che se le prenda pure la germania. a parte che abbiamo solo debiti, in ogni caso qui salta fuori un altro schifo tipo expo o mòse.....perchè in italia al politico conviene rubare,e fino a quando non andrà in galera quasi nessuno o quando ci va qualcuno sconta pene ridicole, sara' così.