Olimpiadi, scatta oggi il "silenzio" azzurro sui social network

Da oggi entra in vigore il regolamento di Cio e Coni che vieta l'uso di internet per diffondere informazioni sul proprio stato di salute

Niente Twitter e Facebook per gli azzurri - ma anche per tutti gli atleti internazionali - che tra qualche giorno debutteranno alle Olimpiadi di Londra 2012. Scatta oggi, infatti, il divieto di Coni e Cio di postare sui social network informazioni che riguardano la propria salute o la propria forma. Concesse solo foto negli attimi di relax. Questo per evitare di infuenzare in qualsiasi modo le scommesse sportive.

Su questo il Coni è irremovibile: il divieto di blogging non riguarda solo gli atleti, ma anche i loro familiari e tutto il loro entourage. Pena per chi sbaglia, una multa di 100mila euro, ma anche il rischio che il Cio revochi l'’accredito olimpico e un’'eventuale medaglia.