Ora la squadra di pallavolo che si è spogliata per festeggiare precisa: "Nessuna strumentalizzazione"

La loro foto goliardica aveva sollevato un mare di critiche. Così la squadra di pallavolo del Vicenza ha deciso di condividere un nuovo messaggio: "Strumentalizzare questo gesto non dà importanza al risultato ottenuto"

La squadra di pallavolo Uds Altair di Vicenza ha deciso di festeggiare la promozione in serie D in un modo davvero particolare che però ha sollevato un mare di polemiche.

Le pallavoliste, dopo la vittoria, si sono spogliate e comprendosi soltanto con il top, le ginocchiere e il pallone hanno comunicato a tutti la loro promozione. Lo scatto pubblicato su Facebook, se nei primi giorni aveva fatto sorridere, poi ha fatto discutere tutta quella parte di utenti che in una foto hanno visto la "strumentalizzazione del corpo della donna".

"L'hanno fatto per cercare like e farsi pubblicità!" - scrive un uomo sotto il post con l'immagine, mentre un altro se la prende con i commenti entusiasti degli altri internauti: "Sì, giustificatele pure. Questo è internet ora". Ma tra le tante critiche c'è anche chi ne comprende il senso scherzoso e sostiene la squadra di pallavolo: "Questa è una goliardata che a vent'anni ci sta da dio... belle e brave... alle donne non si perdona mai vero? Se quando giocavo io a volley fosse già esistito Facebook, avremmo fatto la stessa cosa anche noi uomini".

Visto il polverone che hanno sollevato, la squadra di pallavolo promossa di in serie D ha deciso di pubblicare sulla sua pagina Facebook una nuova foto con un messaggio. "Il risultato - si legge in difesa delle ragazze - di un gesto goliardico è apparso superiore all'immensa impresa sportiva di ragazze che sono esempio di passione, serietà e impegno. La società è per questo solidale con la squadra e ritiene che strumentalizzare questo gesto significhi non dare merito all'unica cosa che conta davvero cioè il risultato ottenuto. Chi ha vissuto e vive l'Altair può capire il valore di certe vittorie e anche il perchè di questo gesto goliardico. Il direttivo del USD Altair".