Ora Usain Bolt chiede scusa: "Ho dato tutto ma non è bastato"

Il campione di atletica ringrazia tutti i fan londinesi e giamaicani per il sostegno ricevuto

Era la gara più attesa, quella per cui lo stadio di Londra era pieno e i televisori di tutto il mondo accesi. Ma Usain Bolt, il più forte di sempre, non ce l'ha fatta e nella sua ultima gara si è classificato terzo.

"Ho dato tutto, ma non è bastato", si scusa il velocista giamaicano in un video messaggio lanciato su Snapchat. Dalla camera d'albergo, Bolt si rivolge ai suoi sostenitori dopo la delusione della sua ultima competizione. I Mondiali di Londra dovevano essere una festa, l'ultima vittoria di Bolt prima di dire addio alla sua carriera. Ma qualcosa è andato storto e il campione è riuscito a piazzarsi appena al terzo posto, in quei 100 metri che l'hanno sempre portato in cima al mondo.

"Ho fatto del mio meglio, ma non è bastato - ha detto nel messaggio sui social - La mia è stata una lunga carriera, ricca di soddisfazioni, e vorrei ringraziare tutti per l'affetto che mi avete dato, tutto il pubblico di Londra e i tanti giamaicani arrivati qui appositamente per sostenermi. E grazie anche alla mia fidanzata ( qui gira il telefono per mostrare la ragazza, ndr) Sono deluso ma non rinnego nulla, questo era un anno che 'dovevo' ai miei tifosi".