Le pagelle degli azzurri

Nessun rimpianto per Prandeli: prova a vincere la gara ma ha un attacco che fa il solletico. Borriello ha sul piede la palla per cancellare il digiuno da gol, ma trova la sagoma del portiere

VIVIANO SV
A dispetto della giovanissima età, ha personalità per uscire nei mischioni. L’unica volta che non lo fa, per poco non viene castigato.

CASSANI 6
Non ha grande spazio nel binario di destra, e allora preferisce dedicarsi alla cura della propria corsia difensiva.

BONUCCI 5.5
Se fosse lucido e tempestivo nei disimpegni difensivi, come appare tutte le volte che, palla al piede, comincia l’azione, sarebbe da Juve.

CHIELLINI 6
Sembra un burattino per come muove le braccia: così finisce con lo schiaffeggiare pericolosamente un pallone a cavallo dell’area.

CRISCITO 6
Accompagna bene l’azione d’attacco senza trovare il guizzo nè apparecchiare qualche cross decente.

DE ROSSI 5
Si fa ammirare per un paio di recuperi e un tiro dalla distanza murato dai verdi d’Irlanda: il resto è ordinaria amministrazione.

PIRLO 6
Settanta presenze in azzurro come Sandro Mazzola. Prova a festeggiare l’evento con una punizione moscia o un tiraccio dal limite. Non ha la mira felice di Parma.

MAURI 5
Fuori dai giochi e anche dagli schemi per la prima parte, prova a infilarsi tra le maglie verdi nella seconda frazione (dal 34’ st MARCHISIO sv).

PEPE 5
Fa tenerezza per l’impegno profuso, i chilometri percorsi. É ancora lontano da una decente perfomance per la qualità dei suoi spunti (dal 39’ st G. ROSSI sv)

CASSANO 6
Dategli un pallone da ricamare e lui non si tira indietro, dategli un assist da limare e lui ci prova mancando un gol per questione di centimetri.

BORRIELLO 5
Sul piede giusto, ha la palla per cancellare il digiuno di gol in azzurro: trova la sagoma del portiere. E continua a tirare, da ogni posizione (dal 29’ st PAZZINI sv)

Ct: Prandelli 6
Nessun rimpianto, prova a vincere, ha un attacco che fa il solletico.