PALLANUOTOGiocatori di Recco pronti a dire no alla nazionale

I giocatori della Pro Recco sono pronti a dire no alla nazionale se i rapporti tra la federazione e il club non miglioreranno. La società ligure aveva chiesto che le convocazioni per il Settebello fossero concordate per evitare carichi di lavoro eccessivi agli atleti. «In assenza di una definitiva chiarificazione tra le parti, noi 12 atleti che in questi anni abbiamo fatto parte della nazionale siamo pronti a valutare quest'ipotesi», recita il comunicato. La Fin è sorpresa e rammaricata e «pur con lo spirito di comprensione nei confronti di atleti che tanto hanno dato e daranno all'Italia sportiva», non ritiene che ci siano mai stati atteggiamenti inaccettabili verso i club.