"Pantani fece uso di Epo nel Tour de France 1998"

Il Pirata, Ullrich e Julich avrebbero fatto uso di Epo secondo Le Monde che cita i risultati di test retroattivi svolti nel 2004

Marco Pantani, il tedesco Jan Ullrich e lo statunitense Bobby Julich, primi tre classificati nel Tour de France 1998, avrebbero fatto uso di Epo. A dirlo è il sito del quotidiano francese Le Monde che, alla vigilia della pubblicazione del rapporto della commissione d’inchiesta del Senato francese sull’efficacia della lotta al doping, cita i risultati di test retroattivi svolti nel 2004.

Assieme a Pantani - scomparso tragicamente il 14 febbraio del 2004 - sarebbe stato l’intero podio finale a far uso di doping. Ma non solo. Nell’elenco figurerebbero anche il tedesco Erik Zabel, miglior sprinter ai Tour del 1998 e del 1999 e, tra i corridori francesi, oltre a Laurent Jalabert, anche Jacky Durand e Laurent Desbiens.

Le Monde non dichiara le fonti di tali informazioni, che riguardano analisi compiute nel 2004 nei laboratori di Chatenay-Malabry su campioni di sangue prelevati nel 1998 e i cui risultati dovrebbero essere diffusi oggi nel rapporto della commissione del Senato. La pubblicazione era prevista per il 18 luglio scorso, in pieno Tour de France, ma le proteste del sindacato ciclisti ha indotto a rinviarne la diffusione. La questione dei presunti dopati aveva anche fatto ventilare l’ipotesi che l’Uci potesse cancellare il nome di Pantani dall’Albo d’oro del Tour se il suo nome fosse comparso nella lista, provocando le proteste della famiglia del Pirata. Giorni fa, però, il presidente dell’Unione ciclistica internazionale, Pat Mc Quaid, aveva escluso tale possibilità. "Le analisi svolte dal laboratorio francese nel 2004 non erano conformi agli standard tecnici per i test antidoping, pertanto tali risultati non possono essere accettati come prova in un contesto antidoping e pertanto non consentirebbero l’apertura di un procedimento disciplinare, inoltre, non sono stati rispettati i principi
dell’anonimato e del previo consenso alle analisi espresso dai ciclisti", ha spiegato McQuaid.

Commenti

Giapeto

Mer, 24/07/2013 - 10:18

Ma perpiacere, negli anni 90 tutti facevano uso di Epo. Accanirsi su Pantani è una cosa meschina, una ritorsione dell'entourage di Armstrong che gli ha permesso di fare quello che sappiamo.

dinross

Mer, 24/07/2013 - 10:36

I francesi fanno proprio schifo, hanno permesso ad Amstrong di fare quello che voleva per sette anni,solo perchè portava al Tour una montagna di dollari di sponsor statunitensi. Adesso che il marciume è stato svelato coinvolgendoli in prima persona, loro cosa fanno? cercano di rifarsi una nuova verginità e vanno ad accusare il povero Marco, che non può neanche difendersi.Lo sanno tutti che l'epo era usato da "tutti" i corridori (e non solo dai corridori), però il quel periodo la FCI obbligava a non superare il 50 di ematocrito.Quella era la legge e quindi bisogna attenersi a quella e non sparar cazzate adesso per far vedere che loro sono onesti.All'epoca di Coppi e Bartali usavano la simpamina,anche quello era doping, allora togliamo il Tour a Coppi e a tutti quelli che lo hanno vinto. I corridori hanno bagliato, ma sono i primi nel cercare di eliminare il doping, se nel calcio facessero tutti i controlli che ci sono nel ciclismo,se ne vedrebbero delle belle, ma si sa bene tutti che chi comanda è il dio denaro e nel calcio è il più potente di tutti

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 24/07/2013 - 10:41

La domanda da porsi per il futuro non è tanto: "Chi vincerà le prestazioni atletiche in programma?" Bensì "Quale laboratorio le vincerà?".

Walter68

Mer, 24/07/2013 - 10:50

@Giapeto. Non è una giustificazione, Pantani è stato un grande ma con l'aiuto di sostanze dopanti. Mi dispiace perché è deceduto, ma è la verità.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 24/07/2013 - 10:50

Bando all' ipocrisia. Azzerare tutto dal 1980(la molecola è stata per la prima volta estratta nel 1977) in poi e ripartire da capo. Nessun controllo e liberatoria da parte degli atleti che in caso di malattie o quant' altro riconducibile al doping nessuna assistenza gratuita da parte del Servizio Sanitario Nazionale.

LAMBRO

Mer, 24/07/2013 - 11:00

Branco di Ipocriti e/o Incompetenti. Avete lasciato che Armstrong vincesse 7 (dico 7) Tour senza accorgervi che era dopato!!! Ma chi volete prendere in giro o siete INCOMPETENTI o siete IPOCRITI !!! O peggio siete PAGATI? E adesso , dopo 15 anni, dovremmo credervi !!! Vergognatevi!!! Che Pantani avesse l'ematocrito alto di suo lo sapevano anche le pietre !!! Era quindi terreno facile per tentare lo scoop !! In romagna si dice "" bella forza uccidere uno che è accucciato a espletare un bisogno fisiologico (sinteticamente riassunto con un termine rude:cxxxxxa )"".

dinross

Mer, 24/07/2013 - 11:20

Walter68, Pantani è stato un grande, non perchè prendeva l'epo.L'epo lo prendevano tutti,ma non c'era nel gruppo nessun atleta che faceva quello che ha fatto Marco, la differenza è che invece di andare a 50 all'ora, andavano tutti a 55, ma il campione comunque era sempre un campione ed era superiore agli atleti normali, e Marco ha dato a tutti gli amanti del ciclismo, delle emozioni indimenticabili...grazie Marco.

beep

Mer, 24/07/2013 - 11:27

Nel mondo del ciclismo tornare indietro nel tempo per fare i puri e gli ipocriti come stanno facendo i francesi è molto pericoloso. Se vogliono alziamo pure il coperchio , ma cancelliamo anche il Tour dal calendario delle gare internazionali . I loro organizzatori dirigenti, non hanno controllato correttamente la regolarità delle gare quindi responsabili a tutti i livelli dei risultati falsati. Io sono d'accordo cancelliamo il Tour e lo squalifichiamo a vita a non organizzare più nulla.

Thefibber

Mer, 24/07/2013 - 11:28

e intanto tra quelli che si dopavano, il pirata era sempre il migliore...e facciamo allora sto tour per dopati...è come nella f1..se tutti hanno le gomme della stessa mescola ci sarà sempre uno che vince e sarà il migliore..che cambia?

Dany

Mer, 24/07/2013 - 11:33

Pantani quando non ha più potuto drogarsi é tornato nella mediocrità. Quello che non ho capito é come e perché certa stampa 'sportiva' (?) e certi tifosi continuano a osannare costui che si capisce bene che é stato un grande drogato e mediocre corridore oltre che un uominicchio che tornato nell' anonimato ha preferito suicidarsi....

Holmert

Mer, 24/07/2013 - 11:35

Se il ciclista fa uso di doping va accertato mentre corre. Ci sono tecnici e medici addetti a verificare se imbrogliano. Se le analisi richiedono tempo, non credo siano necessari dei lustri per accertare la verità. Ora a distanza di tanti anni a nulla servirebbe dimostrare in vecchi campioni di sangue, la presenza di EPO o roba del genere. Sarebbe come curare una iperazotemia dopo anni dall'insorgenza ed a paziente morto. Anzi la notizia non dovrebbe essere nemmeno divulgata, gettando fango sulla figura del campione. Pantani ha vinto il giro di Francia e durante la corsa non è stato fermato, perché le analisi atidoping effettuate durante il giro risultavano negative. E' questo che conta, il resto è solo fuffa e cattiveria postuma.

piero1939

Mer, 24/07/2013 - 11:43

a questo punto bisogna eliminare il tour de france. sono dei pazzi e stronzi ipocriti

Massimo Bocci

Mer, 24/07/2013 - 11:44

Questi Francesi di merd.............!!!!, Sciovinisti, democratici della minchia!!!! Che no fanno una piega, quando un loro Capo', (cervo a primavera) bombarda da infingardo,VILE!!!, inermi Libici per scipparci gas e petrolio, che un esitano ad ospitare,proteggete e FORAGGIARE CRIMINALI TERRORISTI, ASSASSINI!!! COMUNISTI!!!!, utilizzano la TRUFFA (Franco-Crucca) EURO-UE, per scipparci con le complicità di TRADITORI!!!! Anti Italiani (venduti..comprovati) imprese economiche e venderci la corrente con prezzi da strozzinaggio, per poi fare i moralisti e le pulci ad un Italiano vero, che li ha INCHIAPPETTATI!!!! O come diceva la canzone di Paolo Conte sul grande Bartali. I loro giornali li rispecchiano pianamente come nazione popolicchio.

beep

Mer, 24/07/2013 - 12:21

Dany sei un essere vergognoso .

frankdenis

Mer, 24/07/2013 - 12:35

Basta con l'ipocrito tutelare un ciclista solo perchè è morto Chiunque abbia fatto sport seriamente ad alto livello sa che le prestazioni di Pantani erano assolutamente inverosimili Le sue prestazioni a cronometro da dopato rispetto all'inizio erano l'equivalente di vedere Moh Farah battere Bolt nei 100 metri !!! Le sue vittorie vanno depennate come quelle di tutti gli altri che sono stati scoperti§ Ha portato solo vergogna allo sport

max.cerri.79

Mer, 24/07/2013 - 15:01

sai che scoperta. ..quelli di adesso pensano che sono puliti? in tutti gli sport dove girano i soldi c'è il doping, o ti fai o lo sponsor non sgancia. si dopano pure quelli che arrivano ultimi ad un' ora dal primo, solo che lo sponsor paga meno e hanno roba più scadente.

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 24/07/2013 - 15:30

Se non è ben chiaro, questa è una ritorsione per la demolizione di un mito del Tour de France quale era Lance Armstrong , per altro reo confesso. a cui fa seguito l' ennesima carognata transalpina nel cercare di tirare nella merda dove loro sono sprofondati qualunque

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Mer, 24/07/2013 - 15:46

E...Le Monde se ne accorge ora? Ho una opinione pluridecennale sui francesi e sono contento di non averla cambiata.

cecco61

Mer, 24/07/2013 - 15:56

Si dopavano e si dopano tutti. Basterebbe un po' meno ipocrisia e accettare lo stato delle cose. E che vinca il più dopato o il migliore: chi se ne frega, basta sapere in quale categoria collocare il presunto campione di turno.

alox

Mer, 24/07/2013 - 16:17

Date a Cesare quel che e' di Cesare....Nel ciclismo come in tutti gli sport, la ricerca di nuove sostanze performanti e’ da sempre ricercata.Secondo me aver tolto ad Armstrong i titoli vinti in passato significa che i titoli vinti da Coppi, Mercks Pantani etc soffrono della stessa macchia e quindi non hanno significato e valore! Grazie Pirata, Lance, Ulrich etc per le emozioni che mi avete dato

redy_t

Mer, 24/07/2013 - 16:22

Il ciclismo, come altri sport di fatica, è stato (o lo è ancora?) uno sport per dopati se volevi vincere. E arrivo a dire che anche ai tempi di Coppi e Bartali tutti più o meno prendevano qualcosa. Non era e non è umanamente possibile andare a 50/60 di media per 300 km senza "aiutarsi". Dunque o si cancella tutta la storia del ciclismo, oppure si tira una riga e si riparte con nuove regole severissimissime.

charliehawk

Mer, 24/07/2013 - 17:46

Ormai non è più un'ipotesi, ma una certezza: Pantani, quando compiva le sue impre mirabolanto, tanto osannate da giornalisti che di ciclismo capiscono ben poco, era dopato .La cosa vergognosa è che il Tour vinto (si fa per dire), non gli verrà tolto, a differenza, chissà perchè, di quelli di Armstrong. Ma d'ora in poi, esaltarsi ricordando le mitiche eroiche imprese del corridore al Tour (per non parlare del Giro del mese prima, perchè è ovvio che, il "carico" era lo stesso...)sarà opera solo di pochi irruducibili e miopi fanatici.

charliehawk

Mer, 24/07/2013 - 17:54

Strana la logica di alcuni irruducibili in questo blog: "Tutti si drogavano, quindi il più forte emergeva lo stesso", "Pantani, non è mai stato trovato positivo durante la corsa.." E a,,ora, mi chiedo, perchè questi cavilli non valgono per Armstrong ? O sono tutti e due marci, o sono tutti e due puliti, di qui non si scappa. Ma è difficile, per voi, dover ammettere che, per anni, avete avuto le fette di..piadina sugli occhi, e non vi siete accorti, quando i fatti erano evidenti già dalla Milano/Torino del 1995, che Pantani vi aveva preso tutti in giro. Continuate pure a crogiolarvi nel vostro sogno, che ormai è diventato un incubo.

Holmert

Mer, 24/07/2013 - 18:37

Caro Charliehawk, ammesso che Pantani facesse uso di sostanze dopanti, ha preso in giro non noi, ma il sistema di controllo. Il quale è capillare durante le gare, sia per prelievo di campioni di sangue, sia di urine, dove è dato rinvenire metaboliti delle sostanze incriminate. Quando fu fermato alla vigilia della vittoria nel giro d'Italia, aveva un ematocrito intorno a 52% ,come dire che la parte liquida e quella corpuscolata del sangue si equivalevano. Normale sino a 40-45. Fu fermato non perché gli trovarono metaboliti da doping, ma per un accordo tra corridori e controllori. 52% rappresentava un fattore di rischio trombosi o embolie. Strano, però , quando mancava solo una tappa alla conclusione del giro. Lo stesso discorso vale per Armstrong, le soluzioni a distanza di anni, sono tardive, intempestive e mettono in evidenza la dabbenaggine di chi dovrebbe controllare. Corrotti anche loro? Comunque io sono del parere che quando uno viene trovato positivo, dovrebbe essere radiato per sempre, vita natural durante. Squalifica a vita. Altro che due o tre anni. Forse solo così si ridurrebbe il fenomeno.