La Pellegrini riprova i 400 sl 200 in stand by

Per superare lo choc di Debrecen, l’unico rimedio è tornare in acqua. Il 49° Settecolli Herbalife di Roma potrà contare, su 600 atleti di 39 paesi (46 gli azzurri) al via tra cui la star brasiliana Cielo. L’Italia punta gli occhi sulla sua divina del nuoto: Federica Pellegrini inizierà proprio con i 400 stile, la gara fallita a sorpresa agli europei. Un bel test per la veneta, che - come dice l’allenatore Claudio Rossetto - ha bisogno di gareggiare per capire come sta: quindi via libera domani alla distanza doppia e poi per i 200 di sabato si deciderà. «Se Fede fa quello che sa fare - così Rossetto in un incontro organizzato da Arena all’Antico Tiro a Volo - ha qualcosa in più delle avversarie. Ha l’esperienza, anche se in acqua conta di più andare forte. Quest’anno non ha gareggiato tanto e i 400 non sono venuti mai bene: li deve fare con una prestazione che le dia sicurezza».