Peugeot, ritorno alle origini con la 308

In Europa berline e sw sono sempre richieste. Motori a prova dei test Ue

Gmain (Baviera) Bastano 6 euro di pedaggio per 10 chilometri spettacolari a strapiombo su due valli: è la Panoramastrasse che domina, in Baviera, Berchtesgaden, con vedute mozzafiato che solo il passeggero della rinnovata Peugeot 308 può apprezzare sino in fondo, mentre il driver si gode però l'agilità che la media francese garantisce salendo e scendendo i tornanti. Questa strada, sconosciuta ai più, è stata una parte del test di guida della rinnovata 308, il modello che, nelle versioni a 5 porte e wagon, rimane il core business della Casa del Leone. In Europa, infatti, sono ancora berline e wagon a rappresentare nel segmento il 48% delle vendite, mentre i veicoli a guida alta, Suv e crossover, raggiungono il 43 per cento.

Intanto, la 308 si rifà il look curando specialmente il frontale e le luci, anteriori e posteriori, sulle quali fa il suo ingresso la tecnologia a Led che oltre che utile serve anche a distinguere una vettura. Oggi le auto devono essere rinnovate con maggiore frequenza rispetto al passato per adeguarsi alla rapidissima velocità alla quale viaggia il digitale, sempre più presente a bordo. In plancia continua a essere protagonista il familiare i-cockpit di Peugeot, ma fa la sua apparizione un touch-screen che permette di controllare la climatizzazione e di seguire la navigazione connessa ai servizi di Tom Tom Traffic che non suggerisce soltanto l'itinerario più veloce in caso di ingorghi, ma segnala anche le variazioni meteorologiche. L'aggiornamento telematico non è il solo motivo che spiega il rapido rinnovamento delle auto. Un secondo importante fattore è l'allineamento con norme sempre più severe sul fronte delle emissioni, inasprite e rese più complesse (con nuovi test di omologazione reali e non più limitati alle prove in laboratorio) dopo il Dieselgate.

Peugeot è pronta e sulla 308 fa debuttare due nuovi propulsori già pronti per superare con successo gli esami: entrambi hanno una cilindrata di 1.5 litri, il PureTech benzina, 3 cilindri, ha una potenza di 130 cv, identica al BlueTech turbodiesel con AdBlue. L'anima sportiva della Casa emerge nelle versioni Gt, come la versione 2.0 BlueHdi da 180 cv che porta al debutto la trasmissione automatica a 8 rapporti, l'Eat8 della giapponese Aisin, un cambio automatico che sulle movimentate strade della Baviera, a 10 minuti dall'austriaca Salisburgo, ci ha fatto apprezzare ancora una volta il piacere di guidare. La nuova 308 arriverà dopo l'estate, non è ancora disponibile il listino che non dovrebbe presentare differenze sensibili rispetto a quello attuale.

PEv