Poker del Sassuolo: i ducali sprofondano

In attesa delle decisioni di giovedì del tribunale fallimentare, il Parma compie un altro passo indietro. Inutile il supporto dei mai domi tifosi ducali

Il Sassuolo è tornato al successo, dopo quattro sconfitte consecutive. Mentre il Parma, in attesa delle decisioni di giovedì del tribunale fallimentare, ha compiuto un altro passo indietro, nonostante il supporto dei mai domi tifosi ducali. Questi i verdetti emessi dal campo del Mapei Stadium di Reggio Emilia, dove i neroverdi hanno superato, per 4-1, i crociati. Protagonista assoluto del match è stato Nicola Sansone, ex di turno, che ha segnato le prime due reti degli emiliani, prima di conquistare un penalty, trasformato da Berardi, e di servire l’assist a Missiroli in occasione della rete del ko definitivo.

Nei padroni di casa, orfani degli infortunati Pegolo, Terranova, Antei e Cannavaro, Eusebio Di Francesco ha puntato sul consueto 4-3-3 dando spazio in avvio a Gazzola, Acerbi, Peluso e Longhi davanti a Consigli; a Taider, Magnanelli e Missiroli sulla linea mediana e al tridente offensivo composto da Berardi, Zaza e Sansone.Negli ospiti, privi degli indisponibili Biabiany, Haraslin e Feddal, Roberto Donadoni ha optato per uno speculare 4-3-3 mandando in campo dal primo minuto Santacroce, Pedro Mendes, Lucarelli e Gobbi a protezione di Mirante; Mauri, Galloppa e Nocerino a centrocampo; con Lila, Belfodil e Varela in attacco. Dopo i venti minuti iniziali «bloccati», con zero tiri in porta da entrambe le parti, la gara è entrata nel vivo al 24’ grazie al primo sigilo di Sansone, abile ad insaccare in rete da due passi su un cross dalla sinistra di Taider.

Prontissima è stata la risposta degli ospiti con il gol dell’1-1 firmato da Lila, propiziato da una deviazione beffarda di Magnanelli che ha spiazzato Consigli. Dieci minuti dopo è tornato in vantaggio il Sassuolo: Sansone ha calciato con violenza e precisione da oltre venti metri, battendo l’incolpevole Mirante.Il duello fra questi ultimi due si è riproposto al 15’ della ripresa: il portiere dei ducali in uscita disperata ha atterrato l’attaccante dei neroverdi e l’arbitro Cervellera ha espulso Mirante, decretando il calcio di rigore. Dagli undici metri, poi, ha siglato il 3-1 Berardi. Dopo altri cinque minuti Missiroli con una bomba a fil di palo ha chiuso definitivamente le ostilità siglando il 4-1.Si è chiusa così la gara con il Sassuolo in festa e i tifosi del Parma, encomiabili, imperterriti nel sostenere i giocatori ducali.