Presentata la nuova monoposto Ferrari

Svelata a Maranello la nuova Ferrari SF16-H. A fare gli onori di casa il team principal Maurizio Arrivabene e i due piloti Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Il team principal Arrivabene: "Definirla un'auto da corsa è riduttivo". Poi fissa l'obiettivo: "Vincere il Mondiale"

Presentata a Maranello la nuova monoposto della Ferrari (SF16-H) pronta per la stagione 2016-2017 di Formula Uno, al via il 20 marzo con il Gp d'Australia. A svelare la Rossa i due piloti del Cavallino, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Confermate le indiscrezioni sulla livrea molto bianca della vettura, che richiama quella delle monoposto degli anni ’70. Tra le caratteristiche che emergono, un muso a bulbo e la sospensione anteriore push-rod. Cambiamenti nella ripartizione dei pesi, riviste
anche le pance, con un posteriore molto affilato (guarda le foto).

"Penso sia fantastica - ha detto Vettel - non vedo l’ora di andare in pista e credo sarà un grande inizio. Il primo anno è stato fantastico, faremo ancora di più con uno step ulteriore e questa auto ci aiuterà tantissimo. Credo che siamo migliorati molto in tantissimi settori. Abbiamo grandi aspettative, deve essere stagione grandiosa".

"Ogni macchina è sempre diversa ed è bello scoprirla - ha aggiunto Raikkonen -. L'aspetto è fantastico, questo è indiscutibile. Speriamo di avere una grande stagione, voglio fare un grande lavoro ma non solo nelle gare per posizionarmi motlo bene nel Mondiale. Voglio partire bene fin dai test, proverò a fare una stagione brillante".

Domenica prossima il debutto in pista. I test ufficiali, invece, inizieranno lunedi sul circuito di Montmelò (Barcellona).

Quella presentata oggi è la prima auto interamente realizzata sotto la guida di Maurizio Arrivabene, team principal della scuderia. La presentazione arriva il giorno dopo il 118° anniversario della nascita di Enzo Ferrari, il mitico fondatore della Rossa. "Definirla un’auto da corsa è un po' riduttivo - ha detto Arrivabene - il suo nome è Ferrari e va oltre il concetto di auto da corsa. E, se diventa vincente, entra nel mito. Quest’auto è frutto del lavoro di molte persone, frutto di un grande impegno prima di tutto del nostro presidente, che ci ha dato tutti i mezzi per far sì che nulla in quest’auto fosse lasciato al caso. Siamo un grande team, rispettiamo sempre i nostri competitor ma in maniera molto onesta. Vogliamo fare sempre meglio ed essere preparati. Abbiamo grandi propositi ma alla base di tutto c'è un grandissimo impegno. La nostra passione è il nostro motore: quindi piedi per terra e testa bassa".

Commenti
Ritratto di vraie55

vraie55

Ven, 19/02/2016 - 15:49

è fantastica! vincerà sempre, anche se guidasse uno in coma.

Fradi

Ven, 19/02/2016 - 17:02

Abbiamo già vinto! Come sempre, ad inizio stagione.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 19/02/2016 - 17:03

Forza ragazzi!!!E tanti AUGURI dal Nicaragua. Ps Io vi seguirò per tutte le gare del campionato,me le sono gia segnate sul calendario.

greg

Ven, 19/02/2016 - 17:49

VRAIE55 - non pensa che sia meglio attendere che cominci almeno a provare in pista. Io, da buon modenese, tifo Ferrari e credo nella capacità della gente Ferrari, soprattutto ora che non c'è più Montezemolo che condizionava tecnici e piloti per ragioni sue (che a Modena conoscevano tutti.....), ma un attimo di prudenza prima di iniziare a festeggiare sarebbe opportuno averla, non le pare?

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 19/02/2016 - 18:25

Da italiani speriamo solo che quando la mettono in pista non sia 2 secondi dietro alle altre, come ormai avviene da troppo.

Gaby

Ven, 19/02/2016 - 22:44

I Campioni del Mondo del mese di febbraio.

Ritratto di Civis

Civis

Ven, 19/02/2016 - 23:05

greg 17:49, la sua grande passione per la Ferrari non le consente di apprezzare l'ironia di VRAIE55.

greg

Sab, 20/02/2016 - 09:07

CIVIS - a dire la verità a me più che ironia pare sarcasmo, ma forse è solo questione di vedere le cose da un diverso punto di vista, il mio, che tifo Ferrari avendo sempre vissuto la Ferrari dall'interno, conosciuto personalmente il mitico Drake (uomo leggenda quando ancora in vita), grande amico di Mauro Forghieri (scommetto che lei neppure sa chi sia quest'uomo), avendo conosciuto, nel tempo e negli anni, tantissima gente Ferrari, dagli operai agli ingegneri, ai tecnici, al braccio destro di Ferrari fin dalla nascita della scuderia, cioè Luigi Bazzi ecc. ed avendo avuto confidenza con Ferrari, motori Ferrari, piloti Ferrari praticamente ogni giorno, fino a quando l'Autodromo di Modena, e relativo Aero Club dove io volavo, fu una realtà che non si poteva disgiungere dalla Ferrari e da tutto il mondo motoristico che Modena rappresentava, Maserati, Lamborghini, De Tomaso, Scuderia Serenissima, Drogo, Scaglietti, Baccarini, Stanguellini, ATS ecc ecc ecc

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 20/02/2016 - 11:47

greg 9:07, ho tifato per Enzo Ferrari e per la Ferrari fin da quando la pilotava Fangio e il motore era davanti. Ho comiciato a non apprezzarla piu nella sciagurata epoca in cui aveva spostato in Inghilterra e affidato a tecnici inglesi la sua sorte, per poi riapprezzarla con Jean Todt, Ross Brawn e Schumacher, gente che parlava poco e otteneva grandi risultati. È per questo che mi sembra inopportuno tanto tributo alla nuova nata 2016 ancor prima di provare davvero come vada. Complimenti per la sua esperienza.