Prova del fuoco per l'Inter che domani esordisce a San Francisco contro il Real

L'Inter farà il suo esordio domani nella Guinness Cup affrontando il Real Madrid. Per i nerazzurri trasferimento in aereo da Washington a San Francisco, sede del match con i "blancos". Martedì il secondo incontro, nella capitale statunitense, contro il Manchester United

Real Madrid / Inter

La tournée americana dell'Inter di Mazzarri entra nel vivo. Dopo essersi allenata a Washington, la compagine nerazzurra si sposta in aereo in California, e precisamente a San Francisco, dove è fissato il match di apertura della Guinness Cup contro il Real Madrid. Al secondo allenamento dei nerazzurri in terra americana, ha assistito anche Javier Zanetti, per la prima volta nel suo nuovo ruolo di vicepresidente della società, accompagnato dal Ceo, Michael Bolingbroke.

L'impegno contro i campioni d'Europa del Real Madrid non sarà dei più facili, in quanto Ancelotti, pur non potendo contare su Cristiano Ronaldo ed anche sugli ultimi acquisti, il tedesco Kroos ed il colombiana James Rodriguez, ha comunque a disposizione una autentica corazzata. Una prova che riporterà i nerazzurri in quell'atmosfera europea, ritrovata quest'anno con la partecipazione all'Europa League.

Per molti interisti sarà una prova importante, come per Kovacic, il cui nome è stato accostato tante volte proprio alla formazione di Ancelotti. Lo stesso Mateo Kovacic, parlando in un'intervista rilasciata a Sky, ha ammesso di essere lusingato dalla formazione spagnola, ma di essere molto felice di essere ancora un giocatore dell'Inter e di avere intenzione di partire meglio rispetto alla stagione precedente, quando l'avvio fu condizionato da un infortunio. 

Nelle file dell'Inter c'è anche Freddy Guarin, che ha raggiunto la squadra direttamente a Washington, e potrebbe essere al centro dell'intreccio di mercato provocato proprio dal trasferimento di James Rodriguez al Real Madrid. Il Monaco con l'incasso per il colombiano, potrebbe infatti sostituirlo proprio con Guarin e l'Inter avere un "tesoretto" che consentirebbe ad Ausilio di mettere a segno altre operazioni per il rafforzamento della squadra.

Il programma americano dell'Inter prevede, subito dopo la gara contro la formazione di Ancelotti, il rientro nella capitale, dove è programmato, per martedì prossimo, il secondo incontro della Guinnes Cup, contro gli inglesi del Manchester United, guidati da Van Gaal ed autori di un roboante 7 – 0 nella partita contro i Los Angeles Galaxy.  In questa occasione assisterà alla partita anche il presidente Thohir, che arriverà a Washington in contemporanea alla squadra. Il serbo Vidic si troverà così subito di fronte la sua ex squadra, nella quale ha militato per otto stagioni con eccellenti risultati.   

A margine della tournée americana continuano intanto i movimenti di mercato, con la trattativa per Medel che si allunga, ma dovrebbe comunque chiudersi in modo positivo, mentre in attacco rispunta la possibilità di arrivare ad Osvaldo, che certamente non rimarrà nella rosa del Southampton.  Per quanto riguarda la difesa il nome più caldo resta quello di Balanta, altro colombiano, in forza agli argentini del River Plate. L'arrivo di Balanta, per il quale occorre sborsare 7 milioni di euro, metterebbe fine alla trattativa, ancora in corso, per Rolando. Da segnalare infine il passaggio dello svincolato Samuel agli svizzeri del Basilea; una scelta che il difensore argentino ha fatto per non giocare contro la sua ex squadra, rifiutando perciò diverse proposte che gli erano pervenute da squadre italiane.