Psg contro City: è il derby degli sceicchi

Il Real Madrid va a Wolsburg, Ronaldo vuol già ipotecare le semifinali

Primo giro per Barcellona e Bayern che giocavano in casa e avevano il pronostico dalla loro, ma attenti all'Atletico del Cholo e al Benfica che escono dal Nou Camp e dall'Allianz con un solo gol di scarto e tengono aperte porte e finestre per il ritorno. Un gol del Niño Torres al 25' del primo tempo ha gelato il Nou Camp e messo terribilmente in salita il quarto del Barcellona. Assist di Koke e Torres si è infilato fra Mascherano e Dani Alves in velocità, destro preciso e notte per ter Stengen. Sfida che prende un' inerzia inattesa, tutta dalla parte dell'Atletico, Carrasco imprendibile, ottima occasione per raddoppiare sul destro di Griezmann. Il Barça impiega un tempo per rianimarsi nonostante l'Atletico sia ridotto in dieci per l'espulsione di Torres sovraeccitato dopo la rete, due gialli nel giro di pochi minuti, il secondo su quell'ipocrita di Busquet che cade a terra colpito a piombo su una carica innocua. Incontenibile Simeone. Il secondo tempo però è un assedio spettacolare, l'Atletico si abbassa minuto dopo minuto, Messi sale, Oblak entra nella sfera magica dei miracoli, Cholo Simeone è incontenibile. Troppe occasioni per il Barcellona, impossibile pensare che finisca così. Il pari arriva sull'ennesima azione tambureggiante nel caos dell'area dell'Atletico su un destro di Jordi Alba che prende le gambe di Suarez in corsa in un'area affollatissima e palla trascinata in porta. Il raddoppio arriva a metà ripresa, Godin fuori tempo, ancora Suarez questa volta di testa su centro di Dani Alves, esecuzione perfetta. Risultato logico, l'Atletico in inferiorità numerica è stato fin troppo in partita, ma nella ripresa il Barça è stato devastante. Con un 2-1 che resta un risultato poco rassicurante. All'Allianz Arena solo l'illusione di una gara facile, Vidal va subito in gol di testa ma il Bayern non dilaga, fa una fatica dell'inferno a tenere a bada i rossi di Rui Vitoria che giocano anche meglio ma denunciano i soliti problemi offensivi di tutto il calcio lusitano. Il Benfica ha giocato alla pari e ridimensionato l'immagine dei bavaresi.