Qatar, i Mondiali del 2022 si giocheranno in inverno

La Fifa: "Tra metà novembre e la fine di dicembre le condizioni meteo sono più vantaggiose"

Il Qatar rivoluziona i Mondiali di calcio. Nel 2022 la competizione non si terrà in giugno-luglio, ma a ridosso dell'inverno. La decisione, che deve ancora essere ratificata dalla Fifa, punta a non far giocare i calciatori in giornate torride.

"Si giocherà tra il 15 novembre e, al più tardi, il 15 gennaio. Tra metà novembre e la fine di dicembre le condizioni meteo sono più vantaggiose", ha spiegato il segretario generale della Fifa, Jerome Valcke, alla radio francese France Info. Le controversie sul luogo e sui tempi in cui si disputeranno le gare della Coppa del Mondo erano scoppiate già nel momento dell’assegnazione dei Mondiali al Qatar. Una scelta insolita che aveva fatto pensare fin da subito ad un ricollocamento in inverno o a impianti climatizzati per sopportare i 50° dell’estate.

A ottobre la Fifa aveva lanciato una consultazione sulle date dei Mondiali 2022. L'obiettivo era quello di interpellare "tutte le parti in causa". La decisione definitiva sarà annunciata non prima del dicembre 2014, in occasione di un comitato esecutivo della Fifa. Nessun problema per il segretario generale del comitato organizzativo, Hassan Al Thawadi, che fin da subito aveva dichiarato la piena disponibilità della sua federazione. "Abbiamo sempre detto di poter organizzare il Mondiale in estate - aveva sostenuto non più tardi di un mese fa - ma se la Fifa ha deciso di organizzare l’evento in inverno, per noi non ci saranno problemi".

Commenti

lakos29

Mer, 08/01/2014 - 13:51

e coi campionati nazionali come la mettiamo?

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/01/2014 - 18:18

Concordo con lakos29. Il tutto assomiglia ad una cretinata della Fifa. Tralasciamo, comunque, il problema dei calendari nazionali, i problemi più gravi sono altri. Il Qatar è un paese islamico in piena penisola arabica. Come pensano di gestire i tifosi che verranno da tutte le parti del mondo e mostreranno tutti i segni occidentali, donne mezze svestite se non nude, tifosi dediti a bevande alcoliche e sicuramente ubriachi, segni religiosi cristiani ad ufo, magari con Bibbie e croci identificative appresso. Non ci saranno solo gli islamici locali, straricchi e disposti a chiudere un occhio, ma islamici di tutta la zona medio orientale, di cui molti dediti al fanatismo assoluto e forse anche al terrorismo. Un occasione magnifica per massacri su vasta scala, in stadi super affollati e difficilmente controllabili. Quelli della Fifa si sono impazziti! Si sono dimenticati le Olimpiadi di Monaco? Eppure erano in Germania! Nella penisola Araba, per i fanatici islamici sarà uno scherzo e con sicure collusioni all'interno dello stesso Qatar.

berserker2

Mer, 08/01/2014 - 18:40

Questo calcio è sempre più preda di maneggioni, trafficanti, manaccioni, papponi, profittatori, corrotti, principianti, incompetenti......oh, ma tutti allineati e politicamente corretti. Che rabbrividiscono ad ogni BUH BUH, che si indignano per ogni sfottò e insulto da stadio. Inutili e costosi, si spendono ipocritamente per qualsiasi causa a favore di integrazione e solidarietà. Hanno la pancia piena e le mani sporche. Privilegiati che non hanno mai lavorato in vita loro. Hanno trovato pieno appoggio con i vari politici indecorosi, meglio se sinistrati, si sentono più affini. Ecco come è ridotta la FIFA, e i mondiali nel paese sottanato ne sono l'ultima dimostrazione. Da sempre i Mondiali di calcio si sono tenuti in estate, è logico e di buon senso. E sempre, grazie alla turpitidine dei sottanati cammellieri dobbiamo cambiare le nostre abitudini, usanze, regole per compiacerli e non discriminarli. La prossima volta che ne dite del mondiale al polo nord o in groelandia per non dispiacere pinguini ed eschimesi..... oh però si ritorna a farli in estate in questo caso eh!