È il quinto azzurro positivo tra i qualificati per Rio

Nata a Budapest il 14 agosto 1990 ma naturalizzata italiana, la Orsi Toth si è dedicata al beach volley dal 2010 dopo una carriera da pallavolista: prima il mondiale universitario, poi quello under 21 con Marta Menegatti. Proprio con la Menegatti avrebbe disputato i Giochi con grandi ambizioni di medaglia: lo scorso 13 settembre la coppia era entrata nella storia del beach volley italiano conquistando il primo oro in una tappa del World Tour a Sochi. Orsi Toth è stata deferita cautelativamente dalla prima sezione del Tna, e a questo punto Menegatti dovrebbe essere affiancata da Rebecca Becky Perry. Si tratta del quinto caso doping di atleti italiani già qualificati per le Olimpiadi da marzo a oggi. Il primo è stato il canottiere del due senza Niccolò Mornati, positivo all'anastrozolo e già squalificato per 4 anni, il secondo, ancora in corso di definizione (appello al Tas l'8 agosto a Rio) il marciatore Alex Schwazer (testosterone sintetico), il terzo la velista Roberta Caputo, positiva al Clostebol, e il quarto il siepista Jamel Chatbi che ha saltato tre controlli antidoping.