Raiola difende Verratti: "Arbitro severo con Marco, meno con CR7"

Raiola ha preso le parti di Marco Verratti espulso per proteste durante il match di Champions tra il Psg e il Real Madrid: "Marco è stato subito punito, Cristiano Ronaldo graziato"

Marco Verratti, purtroppo per lui e per il Psg, è stato uno dei giocatori insufficienti della sfida di Champions League persa contro il Real Madrid, ma solo per via dell'espulsione. Il centrocampista abruzzese, già ammonito nel primo tempo per un fallo di gioco, è stato espulso dall'arbitro tedesco Brych, al minuto 66, per proteste. Il direttore di gara è stato effettivamente severo nei confronti dell'ex giocatore del Pescara e il suo agente Mino Raiola ha preso le sue difese. In Francia sono stati molto severi con il 25enne con l'Equipe che gli ha rifilato un bel 2 in pagella con il commento: "Incorreggibile".

Raiola, infatti, ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha spiegato com Brych sia stato troppo severo con Verratti e molto più morbido con Cristiano Ronaldo: "Magari Marco ha esagerato nei modi, ma la sua era solo la frustrazione di un giocatore che voleva fare il possibile per aiutare la squadra a qualificarsi. È stata una reazione di istinto e magari di orgoglio. In fondo, Ronaldo ha protestato varie volte in modo plateale, ma è stato graziato, anche quando ha tentato di dare un calcione a Dani Alves. Il rosso non può cancellare tutto. Fino a quel momento Verratti era uno dei protagonisti della partita così come Areola”.