Ranieri, arriva il rinnovo. Al Leicester fino al 2020

Le "Foxes" hanno annunciato l'accordo con Claudio Ranieri. Il tecnico romano guadagnerà 5 milioni di euro a stagione

Per gli scommettitori inglesi sarà uno dei primi allenatori a saltare in Premier League, ma cosa può importare a Claudio Ranieri, che già lo scorso anno li beffò costringendoli a pagare premi ricchissimi a chi aveva scommesso sul suo Leicester. In barba alle quote le "Foxes" hanno allungato il contratto all'allenatore romano. L'annuncio arriva via Twitter: "Siamo contenti di confermare che Claudio Ranieri ha firmato un nuovo contratto fino al giugno del 2020" L'allenatore secondo la Gazzetta dello Sport guadagnerà 5 milioni di euro a stagione.

Dopo un precampionato abbastanza deludente, il Leicester pochi giorni fa ha perso il Community Shield - l'equivalente della supercoppa italiana - contro il Manchester United di Mourinho e Ibrahimovic. Ranieri però ha visto il bicchiere mezzo pieno. "Ho rivisto la mia squadra", aveva detto. E chissà se basterà il Leicester dello scorso anno per confermarsi campione. Le due star più importanti, Jamie Vardy e Riyad Mahrex, sono rimaste alla corte dell'allenatore italiano. Battere le corazzate (soprattutto quelle di Manchester, City e United) non sarà facile, anche perché ripetersi è ancor più difficile che vincere per la prima volta. La prova del nove si avrà già domenica quando i Campioni d'Inghilterra affronteranno i neopromossi dell'Hull City nella prima giornata di Premier League.

"Dal momento in cui ho parlato con i proprietari della loro visione per il Leicester, ho capito che era qualcosa di cui avrei voluto far parte per tanto tempo", ha detto al sito ufficiale del club Ranieri. "La scorsa stagione lo spirito e il duro lavoro ci hanno aiutato a compiere qualcosa di incredibile, magico. Se continueremo a lavorare duro, mantenendo la nostra passione e continuando a combattere con il cuore, sono sicuro che potremo continuare a ottenere dei successi tutti insieme".

Parole al miele anche dal vicepresidente del club - dal nome impronunciabile - Aiyawatt Srivaddhanaprabha. "Dodici mesi fa abbiamo portato qui un uomo la cui conoscenza ed esperienza sapevamo ci avrebbe portato nella fase successiva del nostro progetto a lungo termine. Quello che ci ha fatto raggiungere, e il poco tempo che gli è servito, va al di là di ogni nostra aspettativa".