Rio 2016, il nuotatore Kiros spiega: "Ecco perchè ho preso 15 secondi di distacco"

Rio 2016: il nuotatore etiope, Kiros Hatbe si è presentato alle Olimpiadi in sovrappeso: "Ho avuto un incidente stradale e sono ingrassato troppo"

Rio 2016, Robel Kiros Hatbe, nuotatore etiope non ha fatto una bella figura alle Olimpiadi, accumulando oltre 15 secondi di distacco nella batteria dei 100 metri stile libero, disputata lo scorso 9 agosto. Il 24enne, però, ha voluto spiegare perchè non è arrivato in forma alla manifestazione olimpica ai microfoni del Daily Mail: "Ho avuto un incidente stradale e sono ingrassato troppo: è vero, sono un troppo grasso per nuotare". La sua performance ha fatto il giro del mondo e sul web sono iniziati a piovere post di scherno e gli è stato anche affibiato il soprannome di "Robel la balena". L'etiope è rimasto molto amareggiato da questa cattiveria gratuita nei suoi confronti: "Ho dovuto rimanere disconnesso dai social network per diverse ore, vedevo ovunque critiche pesantissime: io non mi rivolgerei mai così ad un'altra persona".

Kiros Hatbe, ha spiegato la dinamica dell'incidente che l'ha tenuto fuori dalle piscine e che gli ha fatto prendere la bellezza di 40 chilogrammi: "Mi sono infortunato qualche mese fa, a causa di un incidente stradale ad Addis Abeba, mentre guidavo il mio SUV. Ho provato a perderli tutti prima di Rio 2016, ma non ci sono riuscito. Sono uscito malamente dai Giochi di Rio, ma la mia carriera non è finita. Non so se prenderò mai parte ad un'altra Olimpiade, però mi piacerebbe disputare un campionato mondiale".

Commenti
Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Gio, 11/08/2016 - 18:06

A parte la spiegazione dei problemi fisici patiti, gli avversari hanno finito, mi pare, in circa 48 secondi, il che comporta per l'etiope di aver nuotato i cento stile libero in poco più di un minuto. Chissà quanti di quelli che lo sfottono sul web riuscirebbero a batterlo...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 11/08/2016 - 19:26

Beh, ha rispettato lo spirito olimpico, "l'importante è partecipare" ed ha avuto il coraggio di provarci comunque. Chapeau !

isolafelice

Ven, 12/08/2016 - 08:07

Io che ho disertato la piscina per circa un anno ho preso 10 kg, questo in qualche mese ne ha accumulati 40? Mi sa tanto di bufala.

precisino54

Ven, 12/08/2016 - 13:17

Se ci limitiamo alla sola questione dello spirito olimpico, direi che lo stesso dovrebbe prevedere un serio impegno a dare il meglio di se stessi, presentandosi alla gara in condizioni "degne", e non limitandosi a fare atto di presenza anche per rispetto degli altri che nello stesso momento danno tutto. Per la questione: in quanti avreste saputo fare meglio, mi pare ovvio che su questo principio non sarebbe lecita la critica se non a quella ristretta cerchia di campioni. Il recentemente scomparso Carlo Pedersoli, già 60 anni fa, nuotò i cento sotto il minuto e, con tutta la benevolenza del considerare l'Etiopia nazione non di riferimento nel nuoto, direi che le tecniche di allenamento siano ormai universalmente note, per lo meno nei principi di base. In ultimo: prendere 40 chili per le conseguenze di un incidente mi pare cozzi pesantemente con l'idea di sportivo!