Rio, Schwazer torna a casa Il Tas: "8 anni di squalifica"

La sentenza arriva dopo la positività a uno steroide sintetico rilevata in un controllo del 1 gennaio scorso

Il Tas pone la parola fine alla carriera di Alex Schwazer. Il Tribinale di arbitrato sportivo ha condannato il marciatore altoatesino a una squalifica di 8 anni per la nuova positività a uno steroide sintetico rilevata in un controllo del 1 gennaio scorso. Il verdetto arriva dopo l'udienza fiume di due giorni fa in cui Schwazer aveva esposto le proiprie ragioni, chiedendo l'audizione di alcuni testimoni via skype e producendo una importante documentazione attraverso schede powerpoint e test. La sentenza del Tas, il Tribunale Arbitrale dello Sport, è arrivata decretando la non eleggibilità del marciatore altoatesino per le due gare olimpiche della 20 e della 50 km. di marcia.

Dunque finisce così il sogno dell'atleta di poter correre alle olimpiadi di Rio de Janeiro. Schwazer era partito per il Brasile fiducioso di poter partecipare alle competizioni. In attesa della sentenza del Tas, il marciatore si è allenato questa mattina per 36km sotto la pioggia sul lungomare di Copacabana insieme al suo tecnico Sandro Donati. L'altoatesino sperava di poter prendere parte alla 20km di venerdì. "Non ci importa nulla di quanti anni sono, posso solo dire che è statra accolta la tesi della Iaaf", ha riferito Sandro Donati, tecnico del marciatore altoatesino.

Commenti
Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 10/08/2016 - 23:32

E' proprio vero , è tutto marcio ...........

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 10/08/2016 - 23:45

Prendila così non possiamo farne un drammaaa!!! Cantava Battisti!!! AMEN.

seccatissimo

Gio, 11/08/2016 - 04:04

Dalle stelle alle stalle. Curioso, quando Alex Schwazer era ancora in auge, considerato sportivamente pulito, un campione applaudito, quando si parlava di lui veniva definito atleta "italiano", ora che viene disprezzato, a ragione o a torto, non sta a me giudicarlo, viene definito atleta "altoatesino"!

Seawolf1

Gio, 11/08/2016 - 06:47

Doveva dirgli di essere russo così lo riammettevano.

Holmert

Gio, 11/08/2016 - 07:31

Quando si analizzano provette contenenti sangue degli atleti da analizzare è necessario che ci siano anche analisti di parte che vigilino sulla regolarità delle analisi. Affidare le provette ai soli analisti dell'antidoping potrebbe capitare che queste vengano manomesse. Ormai non c'è da fidarsi più di nessuno. Comunque sono del parere che Schwazer aveva una gran voglia di rifarsi dalla passata "vergogna" e si è impegnato al massimo con un allenatore severo come può essere solo Sandro Donati,al quale vine la pellagra al solo sentire parlare di doping sotto la sua guida. Schwazer è stato fregato come fu fregato Pantani e la prova è che nessuno delle autorità sportive italiane ha mosso un dito per difenderlo. Forse se era diversamente bianco(leggi nero) le cose si sarebbero messe diversamente.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Gio, 11/08/2016 - 07:33

Dispiace. Dispiace molto. E ha poco pregio la considerazione che "così fan molti, così fan tutti" perché è vera solo in parte. Il peccato di Schwazer è di avere pensato di poter vincere, non gareggiare, vincere, usando mezzi non consentiti. Ha mentito a sé, ai medici federali, ai propri tifosi, alla propria coscienza. Può darsi che in questa occasione egli sia sincero, e me lo auguro per lui. Qualcosa, però, si è rotto anni fa e non si può biasimare nessuno se ora viene guardato con legittimo sospetto. Dispiace. Se avrà figli, avrà una lezione di vita in più da insegnare.

il sorpasso

Gio, 11/08/2016 - 07:53

Sono dalla sua parte.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 11/08/2016 - 08:09

Il controllo incriminato è avvenuto con modalità poco ortodosse. Umanamente a prescindere dalla positività o meno mi dispiace.

giovauriem

Gio, 11/08/2016 - 08:10

ha avuto quello che meritava !

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 11/08/2016 - 08:15

Non saprei se si tratta di complotto o meno anche se, onestamente qualche piccolo dubbio c'e' l'ho, ma in fondo si sa che le leggi dello sport sono cosi e poi mi pare che il ragazzo, senza nessun complotto, abbia preso roba

Ernestinho

Gio, 11/08/2016 - 08:26

La "mazzata" definitiva. Per me è innocente perché sarebbe stato da stupidi drogarsi quando sapeva che sarebbe stato sottoposto a continui controlli! Altri atleti, specie i russi, sono stati, invece, graziati!

Nonlisopporto

Gio, 11/08/2016 - 08:30

sentenza beffarda per umiliare un'atleta come tanti (chi non si dopa?) e radiarlo definitivamente

Ritratto di Situation

Situation

Gio, 11/08/2016 - 08:31

questo furfantello dopato è impazzito. mi ricordo benissimo quando lo "beccarono" la prima volta e mi ricordo ancora meglio la confessione in diretta TV. Dunque ora vuole ancora "rompere le palle"?? Complotti, omissioni, 007.....per me è affetto solo da Pantanite acuta. Che scompaia per sempre dallo sport! per il resto buona fortuna per una vita buttata nel cesso

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 11/08/2016 - 08:32

secondo me lo hanno incastrato..il campione che lo riguardava ha fatto talmente tanti "giri" da risultare ridicolo..il test..

lavieenrose

Gio, 11/08/2016 - 08:42

Sinceramente mi dispiace. La sconfitta della Pellegrini è sacrosanta, si è vista, ma per questo ragagzzo resterà il dubbio che lo abbiano fatto fuori perchè troppo bravo.

linoalo1

Gio, 11/08/2016 - 08:49

Per una Sentenza così pesante,vuol dire che qualcosa di vero c'era!!Purtroppo,però,hanno colpito sol lui!!!!Tutto il Mondo dello Sport,dovrebbe essere controllato,perchè,i casi sono due;O tutti gli Sportivi sono Super dotati,o,tutti gli Sportivi,si avvalgono di un Aiutino!!!Altrimenti,come farebbero i Ciclisti,nelle Gare,a percorrere 200 Km. al giorno,senza conseguenze fisiche???E lo stesso vale per tutti gli Sport dove il Proprio Fisico viene messo,spesso ed ininterrottamente,a dura prova!!

Klotz1960

Gio, 11/08/2016 - 09:00

Le bistecche non contengono steroidi sintetici....e Russi e Cinesi non c'entrano nulla. Fine della sporca commedia. Con tanti saluti ai polli d'allevamento che hanno creduto al teatrino.

st.it

Gio, 11/08/2016 - 10:06

Stavolta il ragazzo è pulito , Contro di lui una mostruosa carognata ....... Complimenti vivissimi ai dirigenti del coni e fidal per aver preso le parti dell'atleta italiano , e per aver voluto anche in sede penale chiarire tutti i risvolti di questa molto torbida vicenda.