Rio, dopo il titolo sulle "cicciottelle" rimosso il direttore di QS

Le polemiche erano state immediate, dopo quel titolo sulle tre atlete italiane del tiro con l'arco, definite su Quotidiano Sportivo il "trio delle cicciottelle". Una definizione che non era piaciuta a nessuno e a cui la direzione aveva provato a mettere una pezza ore dopo, con un messaggio di scuse pubblicato sui social network.

"Mi rivolgo ai lettori che hanno commentato il titolo riportato oggi da Qs 'Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico', uscito nella prima edizione e poi ribattuto con un più cronachistico 'Le azzurre si fermano sul più bello'", aveva scritto su facebook il direttore Giuseppe Tassi.

Aveva poi aggiunto: "Mi scuso se quel titolo ha urtato la sensibilità di alcuni nostri lettori ma l'intento di partenza non era né derisorio né discriminante". Parole a cui erano seguite ulteriori polemiche, con i lettori che avevano espresso la loro contrarietà a un messaggio di scuse che giudicavano troppo auto-assolutorio.

Ora sulla questione è intervenuto Andrea Riffeser Monti, editore del quotidiano, che oltre a presentare le sue scuse alle atlete, che hanno sfiorato il bronzo, costrette poi a cedere contro le colleghe di Taipei, ha deciso il licenziamentodi Giuseppe Tassi.

Commenti

E_L

Mar, 09/08/2016 - 12:12

Licenziamento più che dovuto!!!

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 09/08/2016 - 12:19

Se scriveva "diversamente magre" scommetto che nessuno di questi ipocriti si sarebbe scandalizzato.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 09/08/2016 - 12:44

Ma perché ? Non si può usare la parola cicciotella ?

vince50_19

Mar, 09/08/2016 - 13:22

In nome del politically correct ..

Fossil

Mar, 09/08/2016 - 14:00

Il bon ton é finito. I commenti sportivi sono spesso conditi da aggressività verbale e ridondanza parole vuote. E poi. . .un po' di rispetto per atleti/e di sport minori che solo con le olimpiadi hanno una bella visibilità.Giornalista maleducato.

Ernestinho

Mar, 09/08/2016 - 14:00

Significa negare la realtà. Non era stato detto in modo oltraggioso ma affettivo e grazioso! Che poi sia stato un motivo di licenziamento mi sembra un'esagerazione. Poteva bastare una semplice ammonizione! Ma anch'io le ho viste "cicciotelle", come Maradona mi sembrava un "bassotello"!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 09/08/2016 - 14:32

Perché, erano delle silhouettes 80-50-80? Mi viene da ridere, ma, certo, una volta sistemata la faccenda di come appellare le paffutelle, all'italietta tutta si aprirà un radioso avvenire pieno di prosperità ed abbondanza. Il tutto politicamente corretto e revisionato. Ridicolo!

diegolik

Mar, 09/08/2016 - 14:36

Frase indelicata ma da questo al licenziare il direttore mi sembra una forzatura.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mar, 09/08/2016 - 16:02

Esagerazione. Più grave la gaffe di un giornalista Rai che durante la cerimonia di apertura ha parlato del Brasile e del suo scopritore Cristoforo Colombo. Nessuno si è strappato le vesti tantomeno la dirigenza Rai. Il Brasile fu scoperto dal portoghese Pedro Alvares Cabral nel 1500. Questo giornalista andava licenziato.

Dordolio

Mar, 09/08/2016 - 16:02

In casa guardando le atlete (brave) avevamo appunto notato le loro misure non proprio "da silfidi". E non tutti qui da me - sottolineo - sono propriamente dei grissini. Faccio notare che "cicciottelle" non ha nulla di offensivo, ma è un appellativo scherzoso ed affettuoso. E che fa riferimento poi ad una circostanza reale ed evidente. Le avessero chiamate "le ciccione che non ce l'hanno fatta a vincere" avrei capito, ma quanto è accaduto - che è costato l'impiego al direttore del giornale - sottolinea l'ipocrisia del politicamente corretto. Che non è l'anticamera del "falso". Ne è già il salotto principale. Ora mi aspetto un articolo nel quale verranno definite "le diversamente vincenti". E saremo a posto tra gli applausi generali.

Ernestinho

Mar, 09/08/2016 - 16:28

Non è assolutamente un'offesa! E' la dimostrazione di come atleti/e non proprio ideali possano vincere ad una Olimpiade. Anche se le specialità sono decisamente troppe! Ci manca solo quella a chi sputa più lontano!

ELZEVIRO47

Mar, 09/08/2016 - 16:52

In nome del politically correct ...il cervello all'ammasso. Viviamo veramente in una brutta epoca, dove qualche idiota ha stabilito il codice di ciò che si possa o non si possa esprimere, facezie comprese.

Fjr

Mar, 09/08/2016 - 17:34

Ne ho le balle piene del politicamente o fisicamente corretto,avesse scritto curvy,a quest'ora aveva ancora un lavoro ,ma non sarebbe cambiato il senso della cosa,

giovanni951

Mar, 09/08/2016 - 17:36

che idiozia...ormai il politicamente corretto è diventato il cancro di questa società.

yulbrynner

Mar, 09/08/2016 - 18:12

intanto queste tre hanno fatto sacrifici e hanno onorato l'italia anche se non sono fotomodelle arrivando quarte a un olimpiade questo direttore o i vari commentatori qui sopra avrebbeo chances sol ose partecipassero alle olimpiadi dei poveri d'animo.. ma chissa magai se esistesse quella di ruttie scurregge pot

yulbrynner

Mar, 09/08/2016 - 18:14

licenziarlo no! ma una bella riduzione sullo stipendio si,, cosi impara a denigrare atlete che non hanno la fortuna di essere belle ma che con impegno e sacrificio hanno tenuto alto l'onore dell'italia, cosa che non fa questo direttore

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 09/08/2016 - 18:15

Idiozia totale.

SFILATINO

Mar, 09/08/2016 - 18:17

Purtroppo la reazione registrata è l'ennesima riprova del fatto che il popolo italiano è diventato un popolo di smidollati: le donne fanno i lavori degli uomini e non fanno piu figli, gli uomini sono diventati ricc....ni e casalinghi, i pochi giovani si alzano tardi la mattina, non hanno nessuna voglia di lavorare e se non si ubriacano si drogano, con i genitori che pensano solo a quando andare in pensione per darla ai figli, i giornalisti sono tutti venduti e senza palle pur di cavalcare il politicamente corretto e non hanno le palle per dire la verita.- Purtroppo bisogna essere onesti e dire che certo non è un bel vedere "atlete" cosi perche anche per il tiro con l'arco bisogna essere in forma fisicamente ma non avendo altre atlete da mandare perche le donne in italia non sono assolutamente votate allo sport ipocritamente le difendiamo, ma non mi sembra che le ragazze delle altre squadre si siano presentate cosi appesantite. Indi poscia sono si cicciottelle!!!! e non va bene

Iacobellig

Mar, 09/08/2016 - 18:23

COSE BEN PIÙ GRAVI PER LICENZIARE. CICCIOTTELLE SE LO SONO DAVVERO NON È NÈ UNA BESTEMMIA NÈ UN'OFFESA NÈ ALTRO. EDITORE PER SEGUIRE SOLO IL COMMENTO DI ALCUNI.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 09/08/2016 - 18:29

...siamo conciati male , quanta ipocrisia tra il "pubblico" , che commenti vetero cattolici e poi, Andrea Riffeser Monti,... ha deciso il licenziamento di Giuseppe Tassi...probabilmente come un erdogan qualsiasi, aspettava già l'occasione......Abbiamo problemi ben più pesanti con cui confrontarci, e perdiamo tempo su una battuta che farebbe, soprattutto, sorridere, se non fossero in agguato ovunque i bacchettoni da bar sport che sembrano, ahimè, abbondare......

WeyAhWichen

Mar, 09/08/2016 - 18:37

A me sembra davvero talebano licenziare una persona per un titolo infelice. Viviamo in una atmosfera di paura continua, dobbiamo sorvegliare ogni parola che esce dalla bocca o dalla tastiera perche' certe categorie sono privilegiate e intoccabili. Se avesse scritto, a proposito di atleti (sesso maschile) , che rano "panciutelli" o "ben in carne" o qualsiasi riferimento al loro aspetto (fermo restando che non e' pertinente e non c'entra con il valore atletico di nessuno, uomo o donna che sia) , si sarebbero scatenate le solite lobbies?

Ritratto di Quetzalcoatl

Quetzalcoatl

Mar, 09/08/2016 - 18:39

Le parole sono importanti, quando si usano sui giornali e su internet non bisogna usarle con leggerezza, perché chiunque potrebbe leggerle. I giornalisti lavorano ogni giorno con questo materiale pericoloso, le parole. Se non sono in grado di evitare di usarle come se fossero al bar con gli amici, forse dovrebbero cambiare mestiere. A me sembra che molti scambino la rozzezza gratuita con il politicamente scorretto.

ziobeppe1951

Mar, 09/08/2016 - 18:54

Yulbrynner...18.12...ma tu parli sempre col kulo?

Linucs

Mar, 09/08/2016 - 19:15

Andrea Riffeser Monti -> troppi cognomi.

steacanessa

Mar, 09/08/2016 - 19:20

Siamo fuori dal mondo. Un aggettivo affettuoso diventa un crimine! Mala tempora currunt.

Ritratto di Valance

Valance

Mar, 09/08/2016 - 19:25

Capisco le avesse chiamate “le tre porcelline”, ma licenziarlo per “tre cicciottelle”?, direi che sia più che esagerato!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 09/08/2016 - 19:33

Il direttore del QS é un emerito politicamente corretto. L’Italia é davvero caduta, politicamente corretta, in una cloaca.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 09/08/2016 - 19:40

Errata corrige: l’editore del QS é un emerito politicamente corretto. L’Italia é davvero caduta, politicamente corretta, in una cloaca.

zucca100

Mar, 09/08/2016 - 19:49

Sul Giornale ho visto e letto di peggio

Publio Sestio Baculo

Mar, 09/08/2016 - 20:08

Io credo che esistano intelligenti e simpatiche cicciottelle o tanto stupide quanto "politically correct" becere obese. Le nostre atlete sembrano appartenere alla prima categoria. Occorrerebbe mettere al bando l'ipocrita buonismo perchè, come mi disse un amico una volta:"Questi ridicoli acrobati dell'eufemismo, da piccoli, forse giocavano a mosca non vedente invece che a mosca cieca".

Claudio Antonaz

Mar, 09/08/2016 - 20:10

Ma come non rendersi conto che quel "cicciottelle" è una presa per il c..., gratuita, offensiva, e completamente fuori luogo? Che si metta fine a questo continuo sghignazzare a spese degli altri: in questo caso a spese di tre atlete che rappresentano l'Italia, e quindi rappresentano anche me. Basta con quest'Italia da comica permanente... Facciamo i seri.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 09/08/2016 - 20:22

Hanno fatto bene a licenziarlo. E' stato un insulto al buon senso comune.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Mar, 09/08/2016 - 21:49

poteva intitolare le.3 bodrille a sto pubto

Claudio Antonaz

Mar, 09/08/2016 - 22:05

Strano che pochi si rendano conto del fatto che questo "cicciottelle" è una forma di bullismo, stupida, inopportuna e vigliacca condotta contro tre atlete che rappresentano, che si voglia o no, l'Italia, e che quindi che rappresentano tutti noi (popolo di giullari...)

robytopy

Mar, 09/08/2016 - 22:17

ma se era un simpatico complimento, niente di più.

magnum357

Mar, 09/08/2016 - 22:44

Avrebbe dovuto scrivere "cicciottelle vincenti" !!!!!!!!!!!

yulbrynner

Mar, 09/08/2016 - 22:44

oggi occorre essere fighi e alla moda se non la sei sei fuori poi se nelal tua testa c'e aria fritta ma sei fighetto e alal moda allroa vai benizzimo e sei lanciattizzimo/A quando stupidita superficialita'

yulbrynner

Mar, 09/08/2016 - 22:50

wayah vatelapesca non ci arrivi a capire quando le parole vengono untilizzate con fini denigratori, profondita di pensiero non pervenuta

roberto zanella

Mar, 09/08/2016 - 23:02

Il pirla è l'editore , le tre ragazze sono cicciottelle e forse con qualche kilo in meno avrebbero potuto concentrarsi un pò di più , perchè questo fa parete degli equilibri del corpo umano . E nel tiro dell'arco è così . Non occorre essere magri solo per fare i 100 mt . La colpa è degli allenatori e della Federazione dell'Arco . Dare delle "cicciottelle" non è offensivo , è solo in questo paese di m...che si fa un caso nazionale su questo problema con questo virus del politically correct .

m.nanni

Mar, 09/08/2016 - 23:15

editore cicciotello è spiritoso non denigrativo od offensivo chiamare cicciotelle tre atlete. l'ironia è allegria. pensa a quanti lo chiamavano con odio e con sprezzo della persona psiconano a quel tizio di Arcore. li avrebbero dovuti condannare, secondo il metro usato da questo editore, all'ergastolo. esprimo pertanto il mio totale sdegno e incredulità contro un editore che licenzia un direttore di giornale per avere usato la parola cicciotelle su tre atlete italiane. e se fossero state magroline? credo che i lettori avranno modo di reagire; non comprando il giornale. non bastava Erdogan, ora anche Monti Riffeser a minare le libertà in tutti i sensi, a spaventare giornalisti e/o direttori dell'informazione, a casa nostra. brutto segno. vorrei sentire il parere delle atlete.

Maurizio Fiorelli

Mar, 09/08/2016 - 23:16

Riconosco che l'offesa è "pesantissima", forse non avranno dormito la notte le "diversamente magre"come scrive giustamente Ludovicus. Ma si licenzia una persona per una stupidata del genere? Tutti vogliono la TOTALE libertà di stampa su TUTTI gli argomenti e poi ci si indigna per una baggianata simile!

BiBi39

Mer, 10/08/2016 - 00:13

Scusate ma se sono cicciottelle, e lo sono, per quale ipocrita ragione bisogna tacerlo?

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 10/08/2016 - 01:06

La parola cicciottello è un vezzeggiativo. così come paffutello o rotondetto usati comunemente quando si parla di neonati o bambinetti, non è molto appropiato quando si usa per adulti, ma da lì a licenziare una persona, che ha ccommwsso un peccato veniale, è come condannare a morte chi ruba una mela dal cestino!

Mannik

Mer, 10/08/2016 - 07:12

Il "politically correct" non c'entra nulla. È una questione di rispetto. Nel contesto la conformazione del corpo non ha nessun peso, quindi perché sottolineare tale dettaglio? È proprio sintomo della superficialità del popolo italiano che trova i suoi modelli in Corona e i tronisti. Le parole sono come armi, chi le usa deve stare attento. Se il giornalista, scrivendo sui commentatori abituali di questa testata, li definisse "ignoranti", farebbe loro piacere? Si sentirebbero offesi? Certo che sarebbero offesi, pur avendo scritto la verità.

Ritratto di leoni_da

leoni_da

Mer, 10/08/2016 - 07:26

proprio come in Iran.......e nella stessa pagina... che figura.......ihhhhhhhhhhh

robytopy

Mer, 10/08/2016 - 08:18

colui che andrebbe rimosso ma definitivamente sarebbe quel Riffeser Monti che ha preso quel provvedimento punitivo su Tassi. Una mente così ottusa editore di un giornale ? Misteri.

Holmert

Mer, 10/08/2016 - 08:32

Ma signori, siamo seri, dire cicciottella ad una che è cicciottella rappresenta un'offesa? Dire quello che la realtà ti presenta davanti agli occhi è una offesa? Allora le tre che si guardano allo specchio dovrebbero sentirsi offese e rompere lo specchio? I nostri falsi profeti vogliono cambiare la realtà delle cose cambiando le parole,come da anni stanno facendo,.capitanati dai soliti subdoli laico-relativisti ? Perché non ci turbiamo quando il prete all'omelia dice che Gesù guarì lo zoppo o il cieco? Forse dicendo non vedente restituiamo la vista o la dignità a chi non vede? Questa nostra epoca è decadente e malata e popolata da gente isterica che per destino cinico e baro ci sta governando,per rinuncia di tanti che hanno abdicato in loro favore,ritirandosi. Siamo messi male.

m.nanni

Mer, 10/08/2016 - 16:04

la cosa sconcertante di uno stato manicomiale del nostro paese è che quel titolo sulle cicciottelle sarebbe "sessista". e se malauguratamente si dicesse che le cicciottelle sono ben viste da quella sventurata categoria una volte chiamata del genere maschile, sarebbe sessismo al cubo? ma quanto sta diventando scemo il nostro straordinario Paese!