È ripartito il Land Rover Golf Challenge: tappa doc a Is Molas e finale da sogno a Dubai

Quattro mesi di gare, 14 tappe e per i dilettanti iscritti (nel 2012 oltre 3000) la possibilità di staccare il biglietto per il gran finale nell’Emirato

Per tutti il sogno è quello. Soprattutto quello. Disputare la finale a Dubai, ormai diventata metà doc per gli appassionati di golf. Sogno che può diventare realtà perché è ripartito il più prestigioso tra i circuiti italiani: il Land Rover Golf Challenge. Un circuito che quest’anno offre a tutti i dilettanti iscritti la possibilità di staccare un biglietto proprio per il gran finale che si svolgerà a Dubai. Giunto alla sua quinta edizione, il Land Rover Golf Challenge ha infatti conquistato fama grazie al successo riscontrato nelle stagioni precedenti. Nel 2012 sono stati più di tremila i giocatori impegnati nel trofeo e cento quelli che si sono sfidati nella grande finale. Per l’edizione 2013, la cui organizzazione è affidata alla Franco Sfregola Golf Promotion, se ne attendono almeno altrettanti nelle 14 tappe del tour.

Il Challenge 2013, organizzato sotto la supervisione di Arturo Frixa, Direttore Generale di Jaguar Land Rover, ha preso il via il primo giugno dal Riviera Golf Club (Rimini) per poi proseguire con le varie tappe nei più importanti circoli d’Italia fino alla sfida conclusiva del 12 ottobre all’Acquasanta Golf Club di Roma. In ogni tappa non mancheranno, oltre ai ricchi premi, side events quali il putting green contest e i demo day delle attrezzature Callaway organizzati nei campi pratica dei circoli. Alla finale estera, che si annuncia come l’evento più avvincente del Land Rover Golf Challenge, e che avrà come teatro appunto Dubai, una delle mete golfistiche più ambite a livello mondiale, saranno ammessi i giocatori primi netti classificati di ogni categoria in ciascuna delle 14 tappe italiane.

Nel tour, tappa suggestiva sarà la nona, il 3 agosto, quella nel 27 buche dell’Is Molas Resort (main partner del circuito), il complesso turistico residenziale pensato da Massimiliano Fuksas nell’incantevole paesaggio sardo, vicino alla fenicia Nora e a pochi chilometri da Cagliari.