Azzurri doc o oriundi?

Il dibattito anima il mondo del calcio e quello dei tifosi. Tavecchio: "Chi ha la cittadinanza può giocare. Vinto un mondiale con gli oriundi"

"La nazionale italiana deve essere italiana". Roberto Mancini boccia l’apertura agli oriundi. Il ct Conte ha chiamato Vazquez e Eder per il doppio impegno con Bulgaria e Inghilterra. "Penso che un giocatore italiano meriti di giocare in nazionale, mentre chi non è nato in Italia, anche se ha dei parenti, credo non lo meriti. È la mia opinione".

A chi fa notare che la Germania ha vinto l’ultimo Mondiale anche grazie agli oriundi, Mancini risponde: "Ma i loro giocatori sono nati in Germania...Io penso che un giocatore italiano meriti di giocare in Nazionale, mentre chi non è nato in Italia, anche se ha dei parenti, credo non lo meriti. Questa è la mia opinione". E a Mancini, Conte risponde così: "Si può fare sempre polemica attorno alla Nazionale o anche, come succede, attorno a me. Io dico che non sono il primo nè sarò l’ultimo a far questo tipo di convocazioni, queste sono le regole, questo è il calcio".

E ancora: "Si può fare sempre polemica attorno alla Nazionale o anche, come succede, attorno a me - ha continuato il Ct, presentatosi a Coverciano con tosse e raffreddore - io rispetto ogni opinione, non ho fatto nulla di strano, avrei voluto vedere questi giocatori un mese fa se ci fosse stato lo stage, così non è stato e quindi li valuterò adesso, deciderò se aggregarli alla maglia azzurra o meno. L’importante è che attorno alla Nazionale ci sia un dibattito sempre costruttivo e ribadisco che in Nazionale vengano sempre i migliori, nessuno deve considerarla un ripiego perchè magari non viene chiamato da un’altra rappresentativa".

E sull'argomento è intervenuto il presidente della Figc, Carlo Tavecchio: "Se uno è convocabile può giocare in Nazionale, il discorso è chiuso. Con un oriundo abbiamo vinto il Mondiale del 2006 - ha ricordato il presidente federale riferendosi a Camoranesi - e Conte ha libertà assoluta di individuare le persone che hanno la titolarità di giocare. Si parla tanto di ’ius solì sportivo e poi si discute per queste due convocazioni".

Commenti

frateindovino

Lun, 23/03/2015 - 13:39

una volta tanto sono d'accordo con mancini e mi rimane anche "quasi" simpatico.

MARCO 34

Lun, 23/03/2015 - 14:28

Anch'io sono perfettamente d'accordo con frateindovino. Niente oriundi in Nazionale anche se non è la prima volta che accade, sin dai tempi dei mondiali del '34 e '38, fino ad arrivare a i tempi di Sivori. Sarebbe ora di dire basta e cercare di fare una squadra di ITALIANI

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 23/03/2015 - 14:59

Concordo con le parole dette da un pessimo allenatore.

marcomasiero

Lun, 23/03/2015 - 16:04

ha ragione ... almeno padre o madre devono essere italiani !

plaunad

Lun, 23/03/2015 - 18:01

Mancini ha perfettamente ragione. Non bastava piú l'invasione di stranieri nelle squadre di club, adesso pure nella nazionale.

giovauriem

Lun, 23/03/2015 - 18:34

se oriundi devono essere li vogliamo dell'isis e con il turbante, così vinceremo sempre

TruthWarrior1

Lun, 23/03/2015 - 18:36

Allora, possiamo dire a Ogbonna e Balotelli, good-bye!! Questi sarebbero "italiani" per il PD, SEL e feccia del genere. Vanno a giocare con la squadra della Kyenge!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 23/03/2015 - 18:36

Forse sta rinascendo l'amor patrio che il komunismo ci aveva tolto colla multinculturalità.

tRHC

Lun, 23/03/2015 - 18:37

Mancini ha perfettamente ragione,Conte se ha gli attributi scelga tra le file dei giocatori Italiani,questa non e' la juve,l?Italia si esprima con i propri mezzi e affxxlo gli interessi a lato degli sponsor!!!!!

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 23/03/2015 - 18:49

Mah...non è un grosso problema. Chi ha il passaporto italiano e non ha mai giocato in altre nazionali può essere convocato.

albertzanna

Lun, 23/03/2015 - 18:53

da non esperto e non tifoso di calcio mi dichiaro d'accordo con Mancini. Io sono un giocatore di baseball. La nazionale che nel 1977 vinse l'Europeo, giocando in Olanda contro i migliori giocatori di baseball d'Europa, che sono gli olandesi, vinse con una squadra solo di italiani giocando contro la nazionale olandese che era zeppa di oriundi antillani, e già allora nell'Italia del baseball giocavano tanti giocatori stranieri, naturalizzati o oriundi, ma una nazionale deve essere composta di giocatori italiani, anche a costo di perdere ogni partita, sennò che nazionale è. Ma gli è che gente come Tavecchio e Conti pensano solo alla loro gloria ed ai soldi che entrano nelle loro tasche. E poi ci lamentiamo che non siamo più capaci di tenere alto il nome dell'Italia?!? Albertzanna

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Lun, 23/03/2015 - 18:53

Fuori i tagliagole dalla nazionale, fuori gli stranieri dall'Italia, giù le moschee e i minareti, stop all'accoglienza e fuoco ai barconi! E' tanto semplice.

Solist

Lun, 23/03/2015 - 18:55

se si possiede un regolare passaporto è giusto che colui possa ambire senza distinzione a presidente della repubblica e perchè no alla convocazione in nazionale, se meritato mi pare sia un diritto dovuto, punto! tutto il resto è malignità e razzismo!

Ritratto di rosario.francalanza

Anonimo (non verificato)

claudio faleri

Lun, 23/03/2015 - 19:10

mancini ha ragione solo italiani e balotelli non è italiano è africano

Valentino79

Lun, 23/03/2015 - 19:14

Io vivo nella civilissima Islanda, ma anche quí si fa differenza nella vita di tutti i giorni tra islandesi veri, oriundi o semplici immigrati. Vi assicuro che queste distinzioni sono odiose quando le vivi di persona, a prescindere dalla posizione lavorativa e sociale acquisita. Queste sono chiacchiere sterili. Non ha nessuna importanza la nascita, quanti anni vivi in un paese o se un tuo nonno era italiano. Se l´oriundo é piú bravo non credo che ci debba essere una differenza con il calciatore nato in Italia. Quello che vi vorrei far capire che queste distinzioni servono solo a metterci contro e a dividerci. Guardiamo alla qualitá delle persone piuttosto.

quapropter

Lun, 23/03/2015 - 19:22

Ha stra-ragione Mancini.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 23/03/2015 - 19:24

@truthWarrior! - Balotelli è nato a Palermo, per cui dovrebbe giocare nella nazionale sicula.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Lun, 23/03/2015 - 19:27

NON SI VINCE COL TRUCCO...SENNO' NON VALE

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 23/03/2015 - 19:27

NON ME NE FREGA NIENTE! Venissero tutti gli oriundi che gli pare. Ma che un 'argentino' il cui bisnonno, di cognome Palumbo, venne in quel Paese cento anni fa, non è forse un italiano? Tanto, che significato ha più, quello di essere: 'italiani'? Tanto, sotto una bandiera o uno scudetto di una squadra a che serve la nazionalità? Torme di clandestini vengono nel nostro Paese, imparano a farsi i ca@@i loro e "sembra che siano sempre stati italiani, retorica e lacrimucce e tanta ma tanta solidarietà da parte delle animucce belle". In questo schifoso caos mi metto a vedere gli 'oriundi'?

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Lun, 23/03/2015 - 19:28

LA SQUADRA ITALIANA DEVE ESSERER FATTA DA ITALIANI, SENNO' CHE VALORE HA?

gluca72

Lun, 23/03/2015 - 19:29

Non sono in disaccordo a priori nel rugby succede da un po'. la maglia italiana deve essere onorata negli ultimi mondiali nessun italiano l'ha fatto. Il discorso è un altro nel 2006 c'era Camoranesi che era un fuoriclasse, siamo sicuri che Eder e Vasquez lo siano e che non ci siano italiani di talento meglio di loro ?

Solist

Lun, 23/03/2015 - 19:49

ma se avete permesso a cicciolina di diventare parlamentare e di percepire un vitalizio di 3MILA EURI al mese ahahahhaa stiamo ancora qui a discutere degli oriundi che non ci portano via nulla???? roba da matti!!

vince50

Lun, 23/03/2015 - 20:06

Quando i super pagati la metteranno di rincorrere un pallone(per interesse),allora la plebe avrà più occasioni per riflettere sulle porcherie che deve subire.

beowulfagate

Lun, 23/03/2015 - 21:09

Credo che la nazionale debba esser composta da italiani,ivi compresi coloro i quali abbiano sul serio antenati italici,il che si vede facilmente (almeno in linea patrilineare) dai cognomi.A chi sventola la bandiera sempre più floscia dell'antirazzismo ribatto dicendo che per il proprio paese e il proprio popolo bisogna sentirci.Se li si ama si fa di tutto per proteggerli,se li si odia si fa di tutto per distruggerli.E non sono d'accordo con chi dice che non c'è differenza tra-nome a caso,eh-Balotelli- e uno che è italiano da generazioni.Questo è quantomeno antistorico e negatore dell'evidenza.Tali affermazioni non combattono il razzismo,lo alimentano.E infine a chi la mette sulla meritocrazia vorrei far notare che se questi signori fossero bravi sul serio,sarebbero titolari nelle nazionali dei loro paesi e non materiale di scarto per la nostra.Grazie.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 24/03/2015 - 00:05

chi ha sangue italiano ed ha la cittadinanza può giocare, giochi pure chi ha solo la cittadinanza e va bene, il problema sorge davvero quando la nazionale viene fatta dai procuratori come succede nei club, allora ci trovi delle schiappe...il problema si pone in quanto il selezionatore è uno sporco che nella carriera sportiva è implicato in combine. Eder è vasquez sono all'apice di un'ottima carriera da serie b, non è poco ne ma la nazionale merita di meglio o delle prospettive