La Roma abbassa la cresta nel finale: l'Austria Vienna la riprende sul 3-3

La Roma di Spalletti fa harakiri e pareggia per 3-3 in casa contro l'Austria Vienna. La doppietta di El Shaarawy e il gol di Florenzi non bastano ai giallorossi

La Roma di Luciano Spalletti va in svantaggio, rimonta, si porta sul 3-1 ma alla fine fa harakiri e si fa riprendere nel finale dal modesto Austria Vienna. Nel primo tempo i giallorossi vanno sotto, inaspettatamente, grazie al gol di Holzhauser al 16'. Una doppietta del Faraone Stephan El Shaarawy al 19' e al 34', però, ristabilisce subito le distanze con due grandissimi gol: il primo con un lob dolcissimo su assist di Gerson, il secondo su assist di Totti, dopo aver controllato la sfera di petto e averla depositata in rete con l'interno del piede.

Nella ripresa la Roma controlla bene e sigla il terzo gol con Alessandro Florenzi, al 70', su assist di uno splendido Francesco Totti con un tiro al volo ravvicinato. All'82', l'Austria Vienna accorcia le distanze con Prokop su un brutto errore della difesa della giallorossa e all'84' succede l'incredibile: Dzeko lascia sfilare il pallone che arriva a Kayode che anticipa Alisson. Con questo pareggio pazzesco e clamoroso i giallorossi si portano a quota 5 punti, in coabitazione proprio con l'Austria Vienna. I rumeni dell'Astra Giurgiu, invece, abbandonano l'ultimo posto grazie alla vittoria per 2-1 sul campo del Viktoria Plzen e si portano a quota 3 lasciando a 2 i cechi. Questa pareggio non è un buon risultato per la Roma, visto come si era messa la partita, e ora i giallorossi dovranno ributtare la testa al campionato dove affronteranno in casa il Palermo di De Zerbi cercando di approfittare dell'eventuale passo falso della Juventus impegnata sul campo del Milan.