ROMA ACCOGLIE IL TECNICO GARCIA «SONO AMBIZIOSO E NON HO PAURA»

Risposte didascaliche, slalom sui casi De Rossi e Osvaldo («la verità la dirà il campo») e l'ammissione di essere «ambizioso» ma anche «da partenze diesel anche se il Lille è arrivato in Europa 4 volte su 5». La prima conferenza di Rudi Garcia a Trigoria viaggia su toni bassi. «Non ho paura di niente - così il tecnico, primo transalpino su una panchina di A -. Sono qui per vincere e per far sì che la squadra si diverta giocando. Ho mandato un sms a tutti i giocatori per comunicargli la voglia di parlarci singolarmente. Lavoreremo duro, l'obiettivo è ritrovare l'Europa». Molti allenatori contattati prima di lui hanno scelto altre piazze: «La cosa importante non è essere la prima scelta, ma essere l'allenatore della squadra. Totti e De Rossi? Importanti in campo e fuori».