Roma, addio Manolas. All'Inter? No, in Russia

Il difensore giallorosso lascia la Roma dopo tre stagioni. Doveva andare all'Inter, invece lo ha acquistato lo Zenit San Pietroburgo allenato da Roberto Mancini

Manca solo l'ufficialità per il trasferimento di Kostas Manolas dalla Roma allo Zenit di San Pietroburgo. Il difensore giallorosso si appresta così a lasciare la capitale dopo tre stagioni e 131 presenze complessive tra campionato e Coppe, condite da due gol segnati a Torino e Carpi.

La cessione del centrale difensivo greco era nell'aria da tempo. Da mesi si parlava di una sua probabile cessione all'Inter, ma la società nerazzurra ha perso il vantaggio iniziale nel cercare un nuovo allenatore dopo l'esonero di Stefano Pioli: Spalletti è arrivato, non Manolas sul quale lo Zenit di Roberto Mancini ha fatto oggi l'affondo decisivo.

Senza contare che l'anno scorso il giocatore aveva risposto picche alla richiesta della società di prolungare il suo rapporto con la Roma.

L'accordo tra lo Zenit e il giocatore è totale. Il procuratore di Manolas, Ioannis Evangelopoulos, ha trovato un ottimo compromesso economico con la società sponsorizzata Gazprom. Contratto pluriennale - 4 o 5 anni - e un ingaggio netto da 4 milioni di euro a stagione: più del doppio rispetto a quanto percepiva nella capitale (1,7 mln).

Proprio la Roma è intenzionata a ricavare il più possibile dalla cessione del suo leader difensivo. Finora lo Zenit non è andato oltre un'offerta di 30 milioni di euro. Ancora non abbastanza per convincere la dirigenza giallorossa guidata dal nuovo ds Monchi ad accettare. Ma la volontà del giocatore è chiara e alla fine il trasferimento si farà.

La partenza di Manolas è un altro duro colpo per le ambizioni della Roma di Eusebio Di Francesco. Salah è già stato ceduto al Liverpool per 40 milioni di euro, mentre per Szczesny potrebbe essere soltanto questione di tempo.

A questo punto la Roma ha a disposizione un bel tesoretto da reinvestire - parzialmente - sul mercato. Le attenzioni di Monchi sono tutte per il talentuoso esterno offensivo del Sassuolo Domenico Berardi. Tranchant la risposta neroverde alla richiesta di informazioni dell'ex dirigente del Siviglia: 50 milioni di euro. Ma l'affare non è impossibile.