Roma - Gervinho: non c'è accordo sull'aumento dell'ingaggio

Campanello d'allarme in casa Roma per un possibile caso Gervinho. L'attaccante africano potrebbe essere in rotta con la dirigenza giallorossa per il mancato ritocco dell'ingaggio

Il giocatore della Roma Gervinho

Il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, sta allestendo una rosa altamente competitiva in vista di una stagione che si preannuncia densa di impegni soprattutto in ragione del ritorno in Champions League. Infatti, sono arrivati elementi di grandissimo valore come il terzino sinistro ex di Chelsea ed Arsenal, Ashley Cole, il funambolico trequartista argentino Manul Iturbe, il centrocampista senegalese ex Barcellona Seydou Keita, il centrocampista turco Salih Ucan ed il laterale mancino Urby Emanuelson; rinforzi che sembrano porre la Roma in pole position per la conquista del Campionato di Serie A 2014/15.

Tuttavia, ci sono un paio di situazioni che agitano e non poco l'ambiente giallorosso ed in particolare riguardanti l'attaccante ivoriano Gervinho, grande pupillo del tecnico francese Rudy Garcia nonché elemento importantissimo da un punto di vista tattico. Secondo alcune indiscrezioni dell'ultimissima ora, ci potrebbe essere stata una rottura tra la dirigenza della Roma e l'entourage del giocatore. Rottura che troverebbe conferma nella mancata convocazione di Gervinho per la tournée che la squadra capitolina sta per intraprendere in terra statunitense e durante la quale avrà modo di confrontarsi con primissime interpreti del calcio europeo.

Ufficialmente la mancata convocazione di Gervinho sarebbe dovuta ad una esplicita di richiesta effettuata dall'asso ivoriano per qualche giorno in più di ferie al fine di sistemare alcune pratiche personali nel suo paese d'origine, la Costa d'Avorio. Molti addetti ai lavori, invece, leggono nella vicenda un problema legato al mancato ritocco dell'ingaggio  del giocatore.

Con l'attuale accordo, Gervinho percepisce circa 2 milioni e 900 mila euro netti a stagione mentre la richiesta che il suo procuratore ha presentato alla dirigenza della Roma è di 3 milioni e 500 mila euro per un aumento di ben 600 mila euro. Richiesta che per il momento sarebbe stata rifiutata con conseguente malcontento di Gervinho il quale, nonostante si trovi benissimo nella Capitale, starebbe valutando seriamente l'opportunità di trasferirsi in qualche altro club.

C'è da sottolineare come questa situazione si fosse già verificata prima del Mondiale Brasiliano con Gervinho sembrava aver preso atto dell'impossibilità di vedere esaudite le proprie richiesti. Ulteriori notizie provenienti da Trigoria parlano di un nuovo incontro in programma nelle prossime ore tra Sabatini e l'entourage del giocatore al fine di trovare un accordo soddisfacente per entrambe le parti.

Nel frattempo, la Roma è sempre molto attiva in fase di calciomercato sia in fase di entrata che di uscita. Walter Sabatini ha messo nel mirino il trequartista svizzero Xerdan Shaqiri, attualmente in forza al Bayern Monaco di Pep Guardiola. Il giocatore è reduce da un ottimo Mondiale nel quale ha messo in luce tutte le proprie qualità attirando su di sé le attenzioni di diversi club italiani tra cui la Roma e la Juventus del direttore generale Beppe Marotta. Shaqiri è abbastanza chiuso al Bayern Monaco e quindi potrebbe essere ceduto in questa sessione di mercato. Tuttavia la trattativa non è delle più semplici visto che il giocatore viene valutato dal Bayern almeno 17 milioni di euro, cifra che la Roma non potrebbe soddisfare se non cedendo qualcuno dei propri assi come ad esempio Mattia Destro o Adem Ljajic. Nelle prossime ore si dovrebbero avere maggiori informazioni sulla vicenda.