La Roma passa a Genova e tallona la Juve

I giallorossi vincono per 1-0 sul campo del Genoa e si portano ad una sola lunghezza dai bianconeri, fermati sul pareggio casalingo dalla Sampdoria

La Roma passa a Genova, guadagna due punti sulla Juventus e ora tallona la capolista. I giallorossi vincono per 1-0 sul campo del Genoa e si portano ad una sola lunghezza dai bianconeri, fermati sul pareggio casalingo dalla Sampdoria.

La formazione allenata da Garcia conquista il successo con il minimo scarto in un match giocato in superiorità numerica per un’ora. Anche prima dell’espulsione del portiere genoano Perin, però, i capitolini creano occasioni in serie. La Roma potrebbe sfondare già al 9’, quando Gervinho scappa in contropiede e offre a Ljajic una palla d’oro. L’attaccante serbo, però, invece di concludere inventa un passaggio supplementare per Florenzi e consente alla difesa ligure di recuperare. I giallorossi creano addirittura una chance tripla al 17’. Perin in uscita ferma Gervinho e respinge su Ljajic prima che Florenzi spedisca alle stelle.

Il match cambia volto al 29’. L’ennesima ripartenza della Roma permette a Pjanic di liberare Nainggolan davanti a Perin: fallo dell’estremo, rigore ed espulsione. Ljajic va sul dischetto ma calcia in maniera pessima: il neoentrato Lamanna salva lo 0-0. L’errore non condiziona la formazione di Garcia, che in superiorità numerica prende in mano la partita.

Il Genoa si chiude, ma al 39’ il fortino rossoblu crolla. Dopo una sospetta simulazione di Ljajic, che all’intervallo costerà a Gasperini il rosso per proteste, Maicon offre un pallone d’oro a Nainggolan: il centrocampista ringrazia con una perfetta conclusione al volo, 1-0. I padroni di casa accusano il colpo e rischiano grosso al 42’, quando Ljajic si gira e spara da distanza ravvicinata: palla alta. Prima dell’intervallo, c’è lavoro anche per De Sanctis: Matri scatta sul filo del fuorigioco, il suo rasoterra non è angolato. Il Genoa rimane in partita perché la Roma continua a sprecare il colpo del ko. Al 61’ Ljajic potrebbe far calare il sipario sul match, ma si limita ad appoggiare il pallone sul solito assist di Maicon e Lamanna può salvare sulla linea. Al 71’ sbaglia clamorosamente anche Gervinho: solo davanti al portiere, non inquadra la porta.

Gli errori rischiano di costare cari ai giallorossi, che al 73’ concedono una chance a Perotti: destro dal limite, palla alta. Pjanic, Florenzi e Iturbe si iscrivono al festival del gol sbagliato. Gli errori rischiano di costare carissimi, perché allo scadere il Genoa va a segno con Rincon: la rete dell’1-1 viene annullata per un fuorigioco che, se c’è, è millimetrico.

Commenti

Anonimo (non verificato)

giomag42

Lun, 15/12/2014 - 00:17

Ma quale "anomimo"? Io il commento l'ho inviato dopo essermi registrato. Mi pare ci sia qualcosa che non funziona!