La Roma piega il Genoa

Una rete per tempo, firmate Doumbia e Florenzi

La Roma piega il Genoa all'Olimpico e conferma di essere ormai sulla via della guarigione. Con una rete per tempo, firmate Doumbia e Florenzi, la squadra di Garcia fa suo l'anticipo di pranzo della 34esima giornata, ottiene la seconda vittoria consecutiva e conquista tre punti fondamentali per la rincorsa al secondo posto. I giallorossi scavalcano provvisoriamente in classifica la Lazio, attesa nel pomeriggio dalla trasferta di Bergamo. Dal successo sull'ostica formazione di Gasperini, a caccia di punti per l'Europa, arrivano ancora buone notizie per Garcia: la squadra sembra aver ritrovato la brillantezza di inizio stagione e può contare, per il rush finale, anche su Doumbia, per molte settimane "oggetto misterioso" e oggi al secondo gol consecutivo dopo quello al Sassuolo.

Ancora una volta Florenzi si conferma uno dei trascinatori dei giallorossi: splendido il gol con cui nel recupero il "jolly" di Garcia chiude i giochi. Garcia conferma il 4-3-3 che ha funzionato in casa del Sassuolo e si affida in attacco ad Ibarbo, Doumbia e Gervinho in attacco. Totti resta ancora una volta in panchina. In difesa Astori vince il ballottaggio con Yanga- Mbiwa. Nelle file del Genoa De Maio rileva lo squalificato Burdisso in difesa, il tridente offensivo è composto da Bergdich, Laxalt e Niang. Panchina iniziale per Iago Falque. Dopo una decima di minuti c'è lavoro per Perin, chiamato a deviare in angolo la gran conclusione di De Rossi da fuori.

I rossoblù replicano con un cross di Kucka sul quale è provvidenziale l'anticipo di Torosidis su Laxalt. Quindi ci prova Niang, ma il suo tiro non porta esito. Più pericoloso poco dopo il tiro-cross di Izzo, dopo un errore di Doumbia, con De Sanctis attento nell'allontanare con i pugni. Intervento decisamente impegnativo quello cui è chiamato, un minuto più tardi, Perin che salva la sua porta sul tiro di Nainggolan deviato da Roncaglia. La squadra di Gasperini fatica ad imbastire una manovra offensiva davvero efficace e al 35' la Roma sblocca il risultato: pasticcio di Roncaglia che regala palla a Doumbia, l'ivoriano controlla, si libera di De Maio e con un destro rasoterra supera Perin per l'1-0. In chiusura di tempo Perin sventa in angolo il mancino da fuori di Nainggolan. Nell'intervallo Gasperini lascia negli spogliatoi També e lancia in campo Iago Falque.

E il nuovo entrato impegna subito De Sanctis dopo un duetto con Bertolacci. Il Genoa cresce, Garcia cerca vivacità in attacco per non farsi schiacciare: nelle file giallorosse l'acciaccato Doumbia lascia spazio a Iturbe. La Roma si fa vedere con due conclusioni, firmate De Rossi e Gervinho: in entrambi i casi, nessun problema per Perin. I rossoblù però insistono e Garcia si cautela con l'inserimento di Yanga-Mbiwa: fuori Pjanic e Roma ora più coperta.Tino Costa rileva invece Bertolacci nelle file dei liguri. Ancora pericoloso Iago Falque in girata, provvidenziale la deviazione in angolo di De Rossi. Nonostante il gran caldo, gli uomini di Gasperini aumentano la spinta a caccia del pari: mischia pericolosa davanti a De Sanctis che sbaglia l'uscita, poi spazza Astori. Nel recupero Lestienne manca la deviazione vincente dopo un liscio di Yanga-Mbiwa, quindi Florenzi si inventa un gol da urlo per mettere al sicuro la vittoria: il centrocampista si fa 70 metri palla al piede, entra in area e trafigge Perin scaricando palla all'incrocio. Anche per Florenzi, secondo gol consecutivo dopo quello di mercoledì al Mapei Stadium.

Commenti

LuPiFrance

Dom, 03/05/2015 - 17:31

Forza riomma fra 50 anni vincerete uno scudetto!