Roma, ecco il nuovo stadio

Il presidente Pallotta: "Ultramoderno e tecnologico, ospiterà 52.500 spettatori. L'Olimpico ormai ha fatto il suo tempo"

Il progetto del nuovo stadio della Roma

È stato presentato oggi al Campidoglio il progetto del nuovo stadio della Roma. Il presidente dei giallorossi James Pallotta promette che la nuova struttura sarà pronta entro due anni, ed assicura che non richiederà l'impiego di fondi pubblici, creando molti nuovi posti di lavoro. "Ultramoderno e stupefacente": così il presidente descrive la nuova struttura, che dovrà rimpiazzare lo Stadio Olimpico, che attualmente ospita le gare delle due squadre capitoline.

"È bellissimo essere qui vicino al Foro Romano dove si è fatta la storia. È un onore presentare tutto ciò in questa cornice - prosegue Pallotta - lo Stadio Olimpico è stato una grande casa per la Roma ma ha fatto il suo tempo secondo me. Credo che tifosi e la città abbiano bisogno di uno stadio nuovo. Un grande vantaggio per la squadra ed i tifosi che saranno a ridosso del campo. È importante avere uno stadio per essere fra le più grandi squadre al mondo. Si tratta di una grande opportunità per la città, il Paese e la squadra."

Il nuovo stadio avrà una capacità di 52.500 posti, espandibile fino a sessantamila. Alla presentazione sono intervenuti anche il sindaco della Capitale Ignazio Marino ed ex campioni del calibro di Bruno Conti e Falcao.

Commenti

Mario-64

Mer, 26/03/2014 - 14:17

Bene ,adesso anche a Milano . Capito Barbara?

biricc

Mer, 26/03/2014 - 14:48

Sui fondi pubblici ho qualche dubbio.

Ettore41

Mer, 26/03/2014 - 15:16

Se non verra' speso neanche un Euro di Fondi Pubblici ben venga la struttura. In caso contrario inviterei la Bignardi ad intervistare Ignazio Marino e formulare la seguente domanda: "A che serve uno stadio del genere quando le strade di Roma sono piene di buche ed anche ricolme di sporcizia"? Detto questo "Forza Roma Forza Lupi"

Mechwarrior

Mer, 26/03/2014 - 15:49

Panem et circenses, cosi si tiene tranquillo il pueblo ;-P

manolito

Mer, 26/03/2014 - 20:50

IL CALCIO CHE RISORSA CULTURALE!!!!!CI MANGIANO IN TROPPI PER UNO SPORT CHE DI REGOLARE NON HA NIENTE---PROVATE A VEDERE UNA PARTITA SENZA AUDIO.....VI ADDORMANTERETE PERCHE I COSIDETTI CRONISTI ESALTANO OGNI TOCCO CHE FANNO ANCHE I RAGAZZI ALL ORATORIO--VI FANNO FESSI,

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 27/03/2014 - 10:19

@Mechwarrior,sono d'accordo!Che non siano "impegnati fondi pubblici",ho i miei dubbi,sull'esistenza di accordi "sottobanco",e voti di scambio..."do ut des",tanto per stare in ambiente Romano....