La Roma stende il Napoli e torna a vincere all'Olimpico

La Roma "espugna" l’Olimpico, si tiene il secondo posto ed elimina il Napoli dalla corsa alla Champions League. I giallorossi si aggiudicano per 1-0 il big match del 29° turno

La Roma "espugna" l’Olimpico, si tiene il secondo posto ed elimina il Napoli dalla corsa alla Champions League. I giallorossi si aggiudicano per 1-0 il big match del 29° turno e, dopo quattro mesi di delusioni casalinghe, tornano a vincere davanti al proprio pubblico. Il gol di Pjanic, che esulta polemicamente verso curva e tribuna, consente alla formazione di Garcia di trascorrere una Pasqua tranquilla. Il ko, invece, costa caro agli uomini di Benitez, che scivolano a -9 dalla seconda piazza, sempre più lontani dall’Europa che conta.

Il Napoli finisce al tappeto in un match che gioca meglio almeno per 45 minuti. In avvio, gli azzurri contengono la vivacità della Roma, che spinge ma non arriva mai in zona gol. Per vedere un’ipotesi di occasione bisogna aspettare il 13’ e il primo corner per gli azzurri: Britos non trova il colpo di testa per pochi centimetri. La Roma risponde al 20’ con un’insidiosa punizione di Pjanic, che Astori non riesce a deviare: palla a fil di palo. Appena gli ospiti si sbilanciano, i giallorossi colpiscono. Iturbe innesca Florenzi che offre a Pjanic un rigore in movimento: piatto comodo, 1-0 al 25’. La reazione del Napoli è affidata ad un’iniziativa personale di Mertens, che spaventa la difesa avversaria ma non arriva al tiro. Higuain non si vede per mezz’ora e De Sanctis rischia qualcosa solo per un’uscita avventurosa su De Guzman. Il match si infiamma al 39’. Higuain entra in scena con un suggerimento splendido per Callejon, che temporeggia davanti a De Sanctis e serve De Guzman. La conclusione dell’olandese è neutralizzata da Manolas, che ’parà prima con la gamba e poi con il braccio. Rizzoli non fischia e sul ribaltamento di fronte Ljajic grazia Andujar con un destro sgangherato.

Il Napoli comincia la ripresa col piede sull’acceleratore e sfiora il pareggio al 52’. Mertens salta Manolas e cerca di sorprendere De Sanctis, che risponde con un ottimo intervento. Il duello si ripete al 56’ e l’estremo difensore giallorosso ha ancora la meglio. De Sanctis diventa protagonista anche al 66’, quando nega il gol al neoentrato Gabbiadini con un miracolo: sinistro al volo dell’attaccante, il portiere toglie l’1-1 dal tabellone. Il forcing finale del Napoli, nonostante l’innesto del rientrante Insigne, è disordinato e poco incisivo. La Roma spreca con Iturbe la chance per chiudere i conti all’88’ ma non paga dazio: finisce 1-0.

Commenti

cicero08

Sab, 04/04/2015 - 17:30

ma thoir cosa dice del suo tecnico? ha capito che essere bravi solo a parole ti fa precipitare in classifica?

LuPiFrance

Sab, 04/04/2015 - 18:57

Inter.... anche senza moratti risate da matti!!!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 04/04/2015 - 19:33

L'INTER E' UNA SQUADRA PIENA BROCCONI, CARO THOIR PER IL CALCIO SEI NEGATO, FATTI DA PARTE CHE NON E' IL TUO SPORT.