Rossi, chi è Ulrich Haas: il tedesco che lo ha punito al Tas di Losanna

C'è una mano tedesca sul verdetto del Tas sul caso Rossi-Marquez e che ha condannato Vale all'ultima posizione sulla griglia di partenza

C'è una mano tedesca sul verdetto del Tas sul caso Rossi-Marquez e che ha condannato Vale all'ultima posizione sulla griglia di partenza. Ulrich Haas, 51 anni tedesco nato a Sorengo in Svizzera, è l'arbitro delTribunale dell'Arbitrato Sportivo di Losanna che ha respinto il ricorso di Valentino Rossi sulla penalità subita in Malesia dopo il Gp di Sepang e l'incidente con Marc Marquez.

Docente di procedura civile a Wittenberg, poi ordinario a Zurigo, Haas in passato era stato chiamato a giudicare altri casi storici nel mondo sportivo, come quello dell'aprile 2011 controAlberto Contador e la Federciclismo spagnola. Una nomima che non piacque agli spagnoli, visto che Haas faceva già parte del colleggio che giudicò colpevole l'anno prima Alejandro Valverde. Tra il 2014 e il 2015 ha fatto parte della commissione internazionale chiamata a riformare il regolamento della Federazione mondiale del ciclismo per la lotta al doping. Haas ha ascoltato i legali che rappresentavano Rossi e quelli della Fim lo scorso mercoledì. Due giorni prima sulla scrivania del tedesco era arrivava anche la domanda di intervento di Jorge Lorenzo. Ma allo spagnolo è stato concesso di depositare una memoria difensiva. Carte pesanti che di certo hanno giocato un ruolo non secondario sul verdetto del Tas. Adesso Vale dovrà aprire il gas per battere lo spagnolo...e il tedesco.

Commenti
Ritratto di depil

depil

Ven, 06/11/2015 - 08:35

giornalisti coraggiosi, perchè non fate il ritratto dei magistrati che hanno da poco assassinato una delle loro vittime?????