Russia 2018, ecco perché i calciatori mostrano la biancheria intima all'arbitro

La regola della Fifa impone ai calciatori di avere la biancheria intima dello stesso colore dei pantaloncini della divisa da gara. Ecco perché vengono controllati

Vi siete mai chiesti per quale motivo i calciatori del mondiale di Russia 2018 prima di scendere in campo mostrano la biancheria intima all'arbitro? Semplice, eppure a molti questo dettaglio era sfuggito finché le telecamere delle televisioni non sono entrate fin dentro gli spogliatoi nel pre-gara.

Ebbene, secondo il regolamento della Fifa, i calciatori devono indossare sotto i pantaloncini una biancheria intima dello stesso colore dei pantaloncini da gioco.

Il regolamento è rigido e non esistono deroghe. Lo sa bene Nicklas Bendtner. Agli europei del 2012, infatti, dopo aver segnato un goal, invece di togliersi la maglietta come fanno molti suoi colleghi (collezionando diverse ammunizioni), decise di tirare giù i pantaloncini e mostrare delle mutande verdi con in bella vista la pubblicità di una nota casa di scommesse. Inevitabile la multa della Fifa.

Ora l'arbitro controlla uno ad uno i calciatori prima dell'ingresso in campo. Un po' come succede da tempo per i tacchetti degli scarpini, che prima di ogni sostituzione vengono mostrati al quarto uomo.