Sacchi: "Juventus troppo difensiva contro il Barcellona. Calcio di 30 anni fa"

La Juventus ha fatto fuori il Barcellona ma Sacchi ha sentenziato: "Forse sopravvaluto i bianconeri ma credo debbano giocare diversamente"

Arrigo Sacchi e Massimiliano Allegri, nel recente passato, hanno avuto diverse divergenze di opinione sul modo di intendere il calcio. L'ex allenatore del Milan, attuale opinionista televisivo, qualche tempo fa discusse in maniera animata con il tecnico livornese, anche se negli ultimi mesi il rapporto sembra essersi ricucito. Sacchi ha elogiato in più di una circostanza il lavoro di Allegri alla Juventus ma ieri ha riservato un'altra stoccata delle sue.

La Juventus si è qualificata alle semifinali di Champions League ma Sacchi ha precisato di non aver gradito il gioco della squadra di Allegri: "Ho visto la partita tra Real e Bayern, la squadra di Ancelotti giocava su un campo difficilissimo eppure ha affrontato l'avversario a viso aperto, cercando di imporre la propria manovra e il proprio credo calcistico. Nel match tra Barcellona e Juventus, invece ho visto una squadra, quella bianconera, che ha adottato una tattica difensiva, praticando il calcio del passato, di trent'anni fa. Non avevo dubbi, sapevo che non ci sarebbe stata alcuna rimonta da parte del Barcellona, ma forse sopravvaluto la Juventus e credo che debba giocare in un altro modo".

Commenti

stronzio

Gio, 20/04/2017 - 12:46

Certo, vai al camp nou dove tutti ne prendono tanti, e ti metti a fare il figo facendo il tuo gioco quando sai che giocando chiusi passi il turno al 98%. Arrigo, si vede che sei stato un miracolato dal grande milan ( con quello vincevo anch'io), e di calcio ne capisci quanto Mourinho (il che è tutto dire...).

snips

Gio, 20/04/2017 - 13:29

@stronzio-"..Arrigo, si vede che sei stato un miracolato dal grande milan ( con quello vincevo anch'io).." Ma se vincevi anche tu perchè non ci sei andato al Milan? Cosi avrebbero risparmiato sullo stipendio! Quello che si è visto ieri sera è stato un catenaccio che avrebbe fatto inorridire CHIUNQUE.

ruggerobarretti

Gio, 20/04/2017 - 14:37

Un catenaccio che poteva fruttare almeno due goal, sbagliati in maniera clamorosa. Eppoi il calcio di 30, anzi 40 anni fa (ricordarsi Argentina '78) era infinitamente piu' divertente (e piu' vero) di quello attuale. Nelle due gare la Juventus e' stata stranettamente la migliore ed e' giusto che abbia passato il turno, senza se e senza ma. Il resto sono chiacchiere sterili del solito bar dello sport, quel bar che per molti, me compreso e' la causa dell'allontanamento da questo gioco.

Totonno58

Gio, 20/04/2017 - 16:36

Veramente è Sacchi che è rimasto a 30 anni fa, a quel Milan, fantastico sì ma formato da una generazione irripetibile di fuoriclasse...è vero che chiunque avrebbe vinto con quegli uomini, magari in modo meno spettacolare ma spremendoli di meno, come fece Capello...

Marzio00

Gio, 20/04/2017 - 16:45

Nessuno ricorda Barcellona vs Iter 1-0 con il catenaccio imposto da Mourinho che valse la finale di Champions?

Libertà75

Gio, 20/04/2017 - 18:09

blablabla... intanto la juve ha passato il turno e tu puoi roderti il fegato quanto ti pare

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 20/04/2017 - 18:52

Ex Barcellona. Questa è l'ex squadra. Quelli battuti dall'Inter 7 anni dopo. Infatti ne hanno preso una saccata anche a Parigi.

tRHC

Gio, 20/04/2017 - 20:58

come dargli torto????

tRHC

Gio, 20/04/2017 - 21:04

Totonno58 Qua' ti do' torto e tanto... Sacchi aveva si dei calciatori stellari,ma ha portato anche un modo tutto suo del gioco spettaccolare che poi ha dato dei risultati.Ricorda che in Italia si vinceva solo con il contropiede (Allegri ha rispolverato questo tipo di gioco lo vogliamo negare?) Saluti

Mobius

Gio, 20/04/2017 - 22:13

Sacchi non ha tutti i torti, però, visto come picchiavano gli spagnoli con la compiacenza dell'arbitro, qualche juventino rischiava di saltare le prossime partite. Specialmente Dybala e Cuadrado, tanto per fare nomi.

gianrico45

Gio, 20/04/2017 - 23:10

La Juve ha avuto in mano la partita dal primo all'ultimo minuto.Sacchi dovrebbe solo tacere.

Ritratto di balonid

balonid

Gio, 20/04/2017 - 23:36

Sacchi riuscì a non vincere i mondiali negli Stati Uniti contro un mediocre Brasile, dopo essere arrivato in finale grazie ad una fortuna immortalata da Gene Gnocchi in un suo libro (Il culo di Sacchi)....

MOSTARDELLIS

Ven, 21/04/2017 - 01:48

Premesso che la Juve mi sta antipatica, però volendo essere obiettivi con D'altra parte la priorità era difendere il 3-0 dell'andata, senza scoprirsi troppo.

Kamen

Ven, 21/04/2017 - 08:05

Le involute elucubrazioni di Sacchi ricordano quelle di una zitella inacidita sulla bellezza del sesso.

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 21/04/2017 - 08:24

povero Sacchio (sono stato un suo grande fan pur non essendo Milanista) ma ora basta: Allegri gli sta antipatico e durante le interviste "parte" con la domanda e poi a metà non si ricorda più.....OK Arrigo, sei hai parenti ritirati da loro oppure un bel geriatrico.

Totonno58

Ven, 21/04/2017 - 12:08

tRHC...ti sei accorto che hai scritto pari apri quello che ho scritto io?

Luigi Farinelli

Ven, 21/04/2017 - 14:48

Sacchi ha la memoria corta: Finale mondiale Brasile-Italia (USA 94) propaganda del calcio in USA allora poco evoluti col "soccer". Mi trovavo per lavoro in Peru. Partita davanti alla tv assieme a colleghi peruani, brasiliani e nord americani. Peruani e Brasiliani (avvezzi al calcio) hanno potuto anche apprezzare quella che poteva essere definita una lezione di tattica da manuale ma i nord americani evitando gli sbadigli per educazione hanno detto alfine l'ovvio: la mancanza di spettacolo perché le due squadre avevano paura di attaccare ed esporsi, vista la posta in palio. Forse la più noiosa finale mondiale di tutti i tempi, dominata dalla paura di attaccare (e l'Italia era arrivata fin lì dopo partite drammatiche e coraggiose) anche con gente come Baggio. Perciò Sacchi si rinfreschi la memoria perché, nonostante la posta in palio, la Juve a Barcellona ha suscitato l'ammirazione (e non gli sbadigli) degli stessi Spagnoli.

Luigi Farinelli

Ven, 21/04/2017 - 15:16

Sacchi ha la memoria corta! Finale mondiale USA94 Brasile-Italia. Ero per lavoro in Perù ed ho visto la partita in tv assieme a colleghi peruani, brasiliani e USA. La partita fu, si, un trattato di tattica del calcio (non disprezzata da peruani e brasiliani avvezzi al calcio) ma anche la più noiosa finale di tutti i tempi. Doveva essere la propaganda del "soccer" in USA invece i colleghi nord-americani, pur avendo evitato sbadigli da noia, per educazione, hanno dato un giudizio ovvio: mancanza assoluta delle due squadre di coraggio in attacco. E dire che l'Italia (di Sacchi) veniva da drammatiche e belle partite e allineava Baggio. Ma la posta in palio troppo importante aveva condizionato pure il verbo sacchiano che evidentemente ha lacune di memoria. Almeno la Juve, a Barcellona, ha raccolto il consenso unanime anche degli Spagnoli, anche per lo 0-0!

Klotz1960

Sab, 22/04/2017 - 04:44

Compara una squadra che deve rimontare con una che deve proteggere il risultato - che paragone veramente idiota.

Anonimo (non verificato)