Samp, è caos sulla cessione Fiorentina, via Corvino

Matteo Basile

Telenovele che finiscono, altre che vanno avanti tra passaggi societari e cambi di panchina. Non sono i giocatori a tenere banco in questo mercato quanto i proprietari, i dirigenti e gli allenatori. Bollente la piazza genovese. Ieri con un comunicato il gruppo di investitori guidati da Gianluca Vialli ha annunciato il ritiro dalla trattativa per l'acquisto della Sampdoria. Il gruppo era guidato dai finanzieri Jamie Dinan, fondatore del fondo York Capital, e Alex Knaster, fondatore del fondo Pamplona Capital. «Ufficializziamo il ritiro dalla trattativa dopo lunghe ed estenuanti negoziazioni», si legge nel comunicato. Ferrero non ha accettato l'offerta che era di 45 milioni di parte fissa, 30 variabili (ma facilmente ottenibili) oltre ai debiti in essere (altri 30 milioni) per un totale quindi di 105 milioni. Gianluca Vialli, che nutriva l'ambizione di diventare presidente della «sua» Samp, si avvicina quindi a un ruolo dirigenziale in Nazionale. A meno che questo comunicato non sia parte stessa della trattativa. Perché regna il caos, con il botta e risposta tra l'ex patron Garrone che critica e l'attuale proprietario Ferrero che replica: «Se vuole gliela rivendo». E Garrone: «Alla stessa cifra a cui ha comprato va bene, cioè zero». Intanto, sull'altra sponda genovese, spunta l'indiscrezione che il Genoa, messo in vendita da Preziosi, sia finito nel mirino dello stesso fondo York ma fonti del fondo angloamericano interpellate dal Giornale smentiscono categoricamente la notizia, eliminando quindi la voce di un clamoroso derby di mercato.

Un altro americano, Rocco Commisso, fa sul serio e studia la nuova Fiorentina di cui non farà parte Pantaleo Corvino. Possibile un ritorno di Pradè in Viola. Oltre al valzer delle società resta quello degli allenatori. Se Sarri è sempre più vicino alla Juventus e Giampaolo al Milan ma ancora mancano gli annunci ufficiali, la Roma annuncia l'arrivo ufficiale di Paulo Fonseca dallo Shaktar, chiamato ad aprire un nuovo ciclo in giallorosso. Il patron Pallotta esulta: «Farà entusiasmare i tifosi». Panchine ancora in bilico: Genoa vicinissimo ad Andreazzoli, Samp tra Di Francesco e Pioli. Chi è certo del suo allenatore è l'Inter. Ieri Conte era a Milano dove si è tenuto un vertice di mercato e di strategia con i dirigenti nerazzurri. Il Milan ha incontrato Riso, agente di Sensi, obiettivo per il centrocampo del futuro e sogna il possibile acquisto di Torreira dall'Arsenal, pallino di Giampaolo.