Sampdoria - Fiorentina: 0-2

I viola vincono in casa della Samp e si riprendono il primo posto in classifica

Domina la Fiorentina nel posticipo serale della 12esima giornata di Serie A. I viola vincono in casa della Sampdoria e riacciuffano l'Inter in testa alla classifica a quota 27 punti. Per la Samp, mai in partita, è la prima sconfitta in casa in campionato.

Al Marassi la Fiorentina imperversa e annichilisce la Sampdoria incapace di abbozzare un'azione degna di nota, specie dopo la follia di Zukanovic: un mani clamoroso su giocata di Bernardeschi che al 9' spedisce Ilicic sul dischetto e porta in vantaggio i viola. Badelj e Vecino (l'uruguaiano andava espulso prima della mezz'ora, non convince la direzione di Russo) proteggono il trio difensivo composto da Roncaglia, Rodriguez e Astori, Borja Valero disegna calcio e, dopo una parata di Tatarusanu su punizione di Fernando, la Fiorentina cerca invano il bis con Kalinic, lanciato a rete da un assist di Bernardeschi. Ci proverà Ilicic con un paio di conclusioni alle stelle, il destro di Badelj è appena più centrato, mentre su Bernardeschi Viviano compie un mezzo miracolo al tramonto del primo tempo.

La Samp fa davvero poco: Eder e Muriel sono abbandonati al proprio destino, i centrocampisti girano a vuoto a caccia di un pallone che la Viola gestisce con maestria. Inevitabile che, a metà gara, Sousa sia in vantaggio su Zenga. Che, in avvio di ripresa, toglie Pereira (in grave difficoltà su Bernardeschi) e inserisce Mesbah. Viviano continua a tenere su la Samp: sul destro di Vecino deviato da Silvestre, il portiere doriano - grande tifoso viola - si supera ancora. Poche, pochissime idee per i padroni di casa. E confuse. Tranne lo sfogo sulla destra con il rientrante De Silvestri (era fuori da 5 mesi) e qualche lancio per Eder e Muriel, il gioco doriano latita. E serve ancora un super Viviano su Bernardeschi per evitare il tracollo, mentre Zukanovic si riscatta parzialmente respingendo alla disperata il sinistro di Ilicic. Al 58' però cala già il sipario: Kalinic-Ilicic-Kalinic, il bomber ex Dnipro segna l'ottavo gol di questo inizio folgorante firmando il 2-0 senza che Viviano, stavolta, possa nulla.Mancherebbe ancora più di mezz'ora ma la Samp non ha nè la forza, nè la lucidità per reagire. Anche perché la Fiorentina continua a fare il suo gioco senza incontrare una resistenza apprezzabile.

Commenti

linoalo1

Lun, 09/11/2015 - 08:06

Gran calma!!!!Siamo appena a Novembre!!!!