Sarri contro pallone invernale Nike: “Rotola male, meno gol”

"Siamo penalizzati dal terreno di gioco, ed anche questo pallone invernale non ci aiuta"

Maurizio Sarri è scatenato. Il suo Napoli prosegue la caors ain campionato e non perde il contatto con la testa della classifica. Ma ad infastidire il tecnico del club partenopeo non ci sono solo i rigori non concessi, ma anche altri sassolini che minano la perfezione degli ingranaggi di una squadra che ora fa paura a tutti anche in chiave campionato, nonostante il tecnico sul tema faccia lo gnorri.

Lo dice a chiare lettere il tecnico azzurro nella conferenza successiva al successo di misura sull'Udinese: c'è la questione relativa alle condizioni dei campi da gioco, già tirata fuori dopo il pareggio in casa del Genoa, ma anche qualcos'altro che peraltro - a dire di Sarri - non va giù non solo a lui.

"Insieme alla Fiorentina siamo la squadra che gioca di più palla a terra. Non lo dico dopo Genova per lo 0-0, lo dico anche stavolta dopo una vittoria - attacca l'allenatore del Napoli - Siamo penalizzati dal terreno di gioco, ed anche questo pallone invernale non ci aiuta. Nell'ambiente sono cose che dicono tutti, per controllare questo pallone servono tre tocchi. La percentuale di passaggi è calata per tutti... Nelle prime 8 giornate di campionato la mia squadra ha realizzato 18 gol, finché abbiamo potuto utilizzare il pallone estivo. Poi lo hanno cambiato con quello invernale e di reti ne abbiamo messe a segno appena 4 in 360′”. Colpa del pallone, insomma. Sarri ne è sicuro: “È la quarta gara di campionato che giochiamo con il nuovo pallone invernale e ormai non ho più dubbi: non rotola come dovrebbe, complica il compito dei giocatori e penalizza quelli più bravi, costringendoli sempre a un controllo in più. Per questo si segna meno".