Sassari da inseguire dal 4 ottobre nel campionato che piace a Rai e Sky

BolognaDopo aver bevuto il calice inebriante degli europei, anche se in fondo c'è stato l'amaro del sesto posto invece che di una medaglia sognata, il basket italiano riparte dalle colline di Palesana per migliorare tutte le cifre, già confortevoli, dell'ultima stagione vinta da Sassari, la volpe del 94° campionato che partirà il 4 ottobre.

Festa al palazzo Varigana, rifugio collinare non soltanto per Bologna, con il presidente Nando Marino più sciolto, più allegro che nel giorno della prima investitura: ha vintoi le scommesse televisive ed è arrivato a far sposare persino Sky e Rai.

Nel fine settimana la supercoppa a Torino ci darà le prime risposte: al pala Ruffini alle 18.15 le finaliste scudetto Sassari e Reggio Emilia, poi (20.30) Milano e Venezia, in pratica le squadre che tutti gli allenatori hanno indicato come le grandi favorite della prossima stagione anche se, come ha detto il veterano Recalcati ricevendo una targa per i suoi 70 anni, queste prevìsioni non fanno altro che mettere un carico più pesante sulle spalle delle avversarie.

Boom di spettatori, di ascolti televisivi, aria rilassata sotto le nuvole che tormentano il presidente federale Petrucci, adesso che tutti sono convinti di un distacco doloroso dal citti umbratile Pianigiani, invitato, ma assente.Le società ascoltano, lo abbracciano, tutti si ringraziano. Lo fa anche Milano, entrata nella centrifuga di impegni prestigiosi incatenati con una squadra appena ritrovata e ancora incompleta: supercoppa, doppio scontro con il Maccabi Tel Aviv a Chicago (1 ottobre), New York (4), rientro per affrontare il 6 Boston ad Assago e poi per l'esordio in campionato giovedì 8 a Trento.