"Sayonara" Totti? Potrebbe andare a giocare in Giappone

Il presidente della squadra giapponese del Tokyo Verdy ammette: "È in corso una trattativa con Totti per portarlo da noi. Di certo non andrà negli Stati Uniti"

Dal giallorosso della Roma al biancoverde del Tokyo Verdy? Quello che potrebbe sembrare uno scenario impossibile per il futuro di Francesco Totti, con il passare dei giorni si fa sempre più concreto. Hideyuki Hanyu, presidente del club giapponese che vanta un passato glorioso e un presente nella mediocre seconda divisione del Sol Levante, ha ammesso che "è in corso una trattativa con il procuratore di Totti. Francesco? Le alternative sono due: o rimane alla Roma come dirigente, oppure viene da noi. Per adesso non ci sono opzioni per l'America".

"Ho sentito che c’erano delle offerte da Miami e Los Angeles - ha spiegato Hanyu - però mi è stato detto che non ci andrà. Molti dicono che Totti dovrebbe chiudere la carriera con la Roma, ma lui vuole decidere da solo", ha aggiunto il presidente del club giapponese. "Potrebbe venire da solo e decidere da solo. Deve veramente pensare a questa possibilità".

Il presidente del Tokyo Verdy si è addirittura spinto oltre, affermando che Totti potrebbe esordire nella partita in casa contro il Kamatamare Sanuki, in programma il prossimo 22 luglio, se dovesse accettare l'offerta della società biancoverde. Una soluzione che, tutto sommato, alla luce delle parole di Hanyu, non sembra così peregrina.

Totti potrebbe decidere di fare come l'amico Alessandro Del Piero, che terminata a 38 anni passati la sua quasi ventennale esperienza con la Juventus, decise di andare negli angoli più remoti del mondo del calcio per provare nuove avventure (Australia e India).

In questo momento Totti si trova ancora in vacanza. Il ds della Roma Monchi e mister Eusebio Di Francesco, solo qualche giorno fa avevano detto che il futuro di Totti sarebbe stato deciso insieme a lui una volta tornato dal mare. Dunque non è da escludere che Totti possa avere "lavorato" sotto traccia per accordarsi con altre società e non solo italiane.

Non sarebbe la prima volta che un calciatore italiano va a giocare in Giappone. Dopo qualche anno di declino, Salvatore "Totò" Schillaci lasciò l'Italia per giocare un triennio nel Jubilo Iwata (1994-1997), mentre Daniele Massaro fece una breve esperienza nello Shimizu S-Pulse (1995/1996). Oggi, invece, il tecnico Massimo Ficcadenti allena il Sagan Tosu.

Il Tokyo Verdy è una delle squadre più blasonate del calcio giapponese, ma negli ultimi anni è precipitata in una fase di declino. Attualmente milita in seconda divisione e a metà del campionato occupa il quinto posto in classifica, 9 punti dietro la capolista Shonan.

Commenti

il sorpasso

Lun, 10/07/2017 - 17:01

Non sentirò la sua mancanza

moammhedd

Lun, 10/07/2017 - 17:34

altri 15 anni puo giocare.basta bere poco e alle 8 di sera a dormire,li sara imperatore